Cerca nel blog

Caricamento in corso...

giovedì 31 luglio 2014

CHETOACIDOSI DIABETICA, SAPORE DOLCIASTRO E PERVERSIONI GUSTATIVE


LETTERA

SAPORE DOLCIASTRO IN BOCCA

Gentile Valdo, mi sono imbattuta nel Suo Blog e ho scoperto un sacco di cose interessanti.
Stavo facendo una ricerca su internet perché da più di un mese ho un sapore dolciastro in bocca.
Mi sembra di aver capito che è per via della chetosi, dato che ho cambiato dieta diventando vegana e sto mangiando meno carboidrati.

NAUSEA E SFORZI DI VOMITO

Sono arrivata al punto di non sopportare più gli spaghetti di soia e di avere più fame di prima dopo averli mangiati. Non li sopporto perchè mi viene nausea, sapore dolce e a volte sforzi di vomito. Troppe proteine? Devo mangiare più carboidrati? Come faccio a farmi passare il sapore dolce?
La mia salute è in pericolo? Grazie, grazie e ancora grazie dell'eventuale risposta e grazie per il Blog con gli utili consigli
Karin 

*****

RISPOSTA

DISGEUSIA O ALTERAZIONE DEL GUSTO

Ciao Karin, su questo argomento c'è pure la mia tesina "Alterazioni gustative-olfattive da tumefazioni intranasali", del 4/7/14. Il sapore dolce in bocca, noto anche come disgeusia, è un problema di alterazione del gusto. In questo caso, non è in grado di godere il sapore naturale del cibo, che può portare alla riduzione dell'appetito.

I QUATTRO SAPORI FONDAMENTALI

L'organo del gusto è costituito dall’insieme delle gemme gustative o calici gustativi, strutture a forma di fiasco situate nelle papille fungiformi, foliate e circumvallate dell'epitelio della lingua. Si riconoscono 4 sapori fondamentali: il Dolce, l'Acido, l'Amaro ed il Salato. Le gemme gustative sono differenti per ognuno dei 4 sapori fondamentali e sono disposte sulla superficie della lingua in modo che quelle per il dolce siano più concentrate sulla punta, per l’amaro sulla base, per l'acido sui bordi e quelle per il salato sui bordi e sulla punta.

DISTURBI DIGESTIVI E AZIONI ENZIMATICHE

L'enzima salivare amilasi abbatte i carboidrati tipo l'amido amido in zuccheri semplici, come il maltosio. Abbiamo in bocca pure la ptialina, secreta dal pancreas. Chi è in condizione diabetica o pre-diabetica, e quindi con troppo zucchero nel sangue, sperimenta una ipersecrezione di ptialina, per cui si forma più maltosio, che porta alla comparsa di sapore dolce nella saliva. La ptialina, secreta dal pancreas, è uno dei principali enzimi presenti in bocca. Senza un buon controllo della glicemia, si va in condizioni di chetoacidosi diabetica, con accumulo eccessivo di chetoni nel corpo e conseguente alterazione del gusto chiamata anche disgeusia.

EVITIAMO DI AFFATICARE FEGATO E PANCREAS

Con i cibi si dovrà fare in modo di evitare affaticamenti ai nostri organi interni, ed in particolare a fegato e pancreas. Un disordine nelle capacità emulsionanti della cistifellea o di quelle enzimatiche del pancreas può essere la causa di quel sapore di grasso o dolciastro che alcuni avvertono in quasi tutti i cibi. Conviene dunque abituarsi a dare ascolto a segnali di questo genere e adattarvi, quando serve, la propria alimentazione in maniera da non appesantire ulteriormente un organo, ma tuttavia offrendogli dei cibi capaci di stimolarlo delicatamente all'inizio, e via via sempre più intensamente.

LINGUA BIANCA UGUALE STATO DI ALLERTA

A volte capita che la nostra lingua appaia di un colore diverso dal solito e, invece che di un bel rosso o rosa vivo, risulti di colore bianco. È il segnale di qualcosa che non va e che siamo in stato di allerta. Lingua bianca significa infiammazione delle papille gustative. La patina che si forma sulla superficie della nostra lingua e le dà un colore diverso da quello solito, è un deposito di detriti, batteri e cellule morte che si annidano e trovano terreno fertile tra le papille infiammate.

UNA QUESTIONE DI PAPILLE INFIAMMATE

Alla base dell'infiammazione delle papille ci sono diverse cause: 1) Disidratazione, 2) Bocca secca, 3) Assunzione di alcolici, 4) Febbre, 5) Fumo, 6) Assunzione di farmaci, 7) Patologie epatiche o intestinali, 8) Alimentazione ricca di grassi, farinacei, latticini, 9) Alimentazione ricca di zuccheri, causante squilibri nella flora batterica, 10) Dieta restrittiva e muco digestivo, 11) Scadente igiene orale e formazione di placca batterica, 12) Stress surrenale e iperproduzione di adrenalina che modifica la composizione del sudore e della saliva,

IMPORTANTE COMPRENDERE LE CAUSE

Per quanto riguarda le cure necessarie, è bene rendersi conto qual è stata la causa scatenante del problema e intervenire solo dopo averla appurata. Se il problema è alimentare, è sufficiente seguire una dieta equilibrata, a base di pietanze cucinate con pochi grassi e ricca di frutta e verdura. Le scorie vegetali, in particolare, producono un effetto abrasivo sulla lingua, facilitandone la pulizia.

IGIENE ORALE E DENTALE PRIMA DI TUTTO

Se il problema della lingua bianca è causato da una scorretta igiene orale, può essere risolto semplicemente mettendo in pratica le giuste regole per la pulizia del cavo orale. Il corretto uso dello spazzolino, pulizia quotidiana, costante e accurata, utilizzo di filo interdentale e collutorio. Se, ancora, la lingua bianca è legata a disturbi di tipo epatico e intestinale, l’unico modo per eliminare il problema è quello di curare la disfunzione specifica.

Valdo Vaccaro
 

UN AUGURIO DI BUONA ESTATE


LETTERA

È ANCHE UN DISCORSO SOCIALE E DEMOCRATICO

Caro Valdo quello che tu fai e che sempre più persone grazie al tuo esempio stan facendo è di una importanza basilare. la democrazia è falsa se non c'è uguaglianza e l'uguaglianza è nulla senza un rimedio universale contro la malattia.

INSEGNAMENTO PER TUTTI E NIENTE DISTINZIONI TRA POTENTE E POVERO

Gli igienisti grazie a te ci hanno dato una terapia capace di guarire tutti allo stesso modo senza distinguere il potente dal povero. Una terapia capace di trasformare ogni uomo in medico di se stesso come di chiunque altro. Buone vacanze a te e a tutti i tuoi lettori.
Gianluca

*****

RISPOSTA

BUONA ESTATE A TUTTI

Ciao Gianluca. Ti ringrazio per gli apprezzamenti e per gli auguri di Buona Estate. Auguri che mi stanno arrivando da diverse parti e che ricambio. Sperando ovviamente che l'Estate non faccia troppi scherzi col clima e che porti piuttosto un momento di rilassamento e di recupero a tutti, ed in particolare modo a chi ne ha davvero necessità. 

Valdo Vaccaro