Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona il box in alto "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

martedì 31 gennaio 2012

GUARIGIONE DA ULCERA E FANTASTICA ESPULSIONE MUCO

LETTERA

SUPERATO FELICEMENTE ULCERA, HELICOBACTER ED INSONNIA

Gentilissimo dottore, Da circa 10 mesi sto cambiando alimentazione, passando dalla tradizionale a quella vegana, non del tutto ma all'80% di sicuro. Provenivo da vari problemi di stomaco, di ulcera, di helicobacter pylori e di insonnia. Problemi che per adesso sembrano superati.

DA TRE GIORNI SONO SOMMERSO DAL MUCO

Quindi non mi lamento ma, da due tre giorni a questa parte, ho un forte raffreddore che sto combattendo con fumenti al naturale la sera e al mattino. Saranno 20 anni che non mi capitava così, con un forte eccesso di espulsione di muco bianco dal naso. Eccesso è dire poco. Il mio naso sembra una fontana. Talmente forte la fuoriuscita di muco che mi lacrimano gli occhi. Spero sia una detossificazione da eccesso di tossine accumulate con gli anni. Se ha delle indicazioni a riguardo le sarei molto grato. Saluti.
Nicola

*****

RISPOSTA

NESSUN NEMICO DA COMBATTERE

Ciao Nicola, Sei stato bravissimo a guarire dalla gastrite, dall'ulcera e dall'insonnia. Non ti farai mica spaventare da una provvidenziale detossificazione che sta mandando fuori dal tuo corpo un incredibile stock di muco e di acidificazione? Non hai nemici da combattere ma un grande amico da coadiuvare che è il tuo sistema immunitario. Già lo hai favorito col tuo cambio dieta e con le attuali buone digestioni, che hanno prodotto sangue fluido, sangue adatto a purificare il sistema. La normale respirazione, ancorché impedita dal muco, è preferibile ai fumenti.

TIENI PAZIENZA PER QUALCHE ALTRO GIORNO E PORTA A BUON FINE QUESTA OTTIMA CRISI ELIMINATIVA

Ora devi continuare. Più muco espelli e meglio è. Sarà il tuo medico interno a dire basta, non appena il livello tossico segnerà quota zero. Devi soltanto stare riguardato al calduccio, cambiare più volte pigiama, indumenti e lenzuola inumidite, e bere acqua leggera a piccoli sorsi, o succhi di agrumi allungati con acqua. La stanza deve essere riscaldata ma aerata adeguatamente.

MEGLIO SOSPENDERE L'ALIMENTAZIONE PER UN PAIO DI GIORNI

Non credo tu abbia appetito. In ogni caso ti conviene stare intanto sul succo d'arancia e sulle clementine, passando eventualmente ai centrifugati di carote, sedano e mele, o comunque su vegetali come valeriana, finocchi, cavolo, cicorie, zucche, patate e qualche lupino. Questo però non appena ritorna l'appetito. Fin quando c'è crisi eliminativa in atto meglio sospendere ogni cibo solido.

QUESTA E' BENETTIA E NON MALATTIA

Le riniti non sono causate dal freddo, né dai batteri o dai virus (che possono essere compresenti non come causa ma come conseguenza delle anomalie metaboliche in atto), quanto piuttosto da abusi alimentari, da eccessi di zucchero, da eccessi di amidi cotti (esempio pasta). Se però stai davvero mangiando come si deve, la detossificazione sta davvero liberandoti di vecchie acque stagnanti, di grassi e di situazioni pletoriche. A parte i fastidi del momento, il tutto va visto come una benefica emergenza.

Valdo Vaccaro

METILAZIONE, EPIGENETICA, VITALITÀ ED ETICA COMPORTAMENTALE

LETTERA

CHIARIMENTI SULLA OSTEOGENESI IMPERFETTA

Caro Valdo, (uso questo tono confidenziale, spinto dalla franchezza e genuinità dei tuoi scritti. Spero non ti offenda!). Ti scrivo perché vorrei chiederti qualche informazione particolare su una malattia che la medicina ufficiale chiama osteogenesi imperfetta.

IPOACUSIA, OSTEOPOROSI, FRAGILITA' DENTALE E SOFFIO AL CUORE

Una mia amica soffre di una forma, per fortuna, piuttosto lieve di questa patologia. Nello specifico, al momento il problema principale è quello dell'ipoacusia, che sta aumentando. Poi va incontro ad osteoporosi e ovviamente fragilità dentale. Complicanze ulteriori lievi sono tendenza a lividi sulle gambe e fragilità capillare, più preoccupante vi è poi il cosiddetto soffio al cuore per difetto di chiusura valvolare.

EPIGENETICA

Nel tuo blog non ho trovato alcuna tesina che tratta questa patologia. Ne sai qualcosa, conosci casi guariti? La medicina ufficiale considera questa patologia ereditaria. Qual è la posizione dell'igiene in merito alle cosiddette malattie genetiche? Cosa ne pensi delle tesi dell'epigenetica? Grazie infinite per l'attenzione. Pace e gioia.
Valerio

*****

RISPOSTA

PERMETTIMI UNA RISPOSTA AI COMMENTI CRITICI, COME ARGOMENTO DI ETICA COMPORTAMENTALE

Ciao Valerio, ti ringrazio per le domande che mi fai. Pare che ultimamente mi leggano in tanti e che mi critichino pure in tanti, con modalità a volte accettabili e a volte no. Scusami se approfitto di questo scambio per dire due cose a chi parla di specializzazione, a chi enumera le mie lauree e mie non lauree, a chi mi invita ad andarmene nel Congo perché parlo contro i vaccini, a chi gioca a fare improponibili confronti tra il grande Veronesi e il microbico Valdo, a chi mi manda a quel paese perché evidenzio i pericoli dell'insulina, a chi minaccia denunce per abuso di professione medica, ed altre amenità del genere, già dette o magari in arrivo, tendenti a insultare o ad insozzare un blog chiaro e pulito.

DUE PAROLE SUL MIO BLOG DI CULTURA ALTERNATIVA

Prima cosa, il mio blog cerca di essere un blog di libera e vera cultura a contrasto, o se vogliamo a integrazione, della cultura standardizzata di regime, tipica dei canali televisivi. Una piccola voce contraria, non supportata da nessun potere e da nessuna autorità, che dovrebbe servire a chi la condivide, ma anche a chi non è d'accordo. Già il sapere che esiste un concetto diverso da quello prevalente, standardizzato e ufficiale, già il prendere nota che esiste una contro-cultura, può rappresentare un fatto positivo. Il dibattito è sempre utile, quando si è alla ricerca della verità al di là delle facili apparenze. E' anche una questione di pars condicio e di democrazia autentica. Alla fine ognuno è libero di farsi la sua opinione finale. O vogliamo sovietizzare e stalinizzare la cultura, o riportarla ai tempi dei roghi e dell’Inquisizione?

NON SONO MARTELLATORE E NEMMENO STRIZZACERVELLI

Non sono certamente uno strizzacervelli. Non martello la gente con pubblicità televisive ogni 5 minuti come fa Big Pharma. Non affiggo maree di manifesti incitanti a vaccinare bambini, cani, gatti e canarini sui muri municipali. Non ho milioni di libri esposti in ogni libreria e in ogni supermarket, come succede ai vari Atkins, Montignac, Servan-Schreiber, Sears, Dukan. Nessun dirigente televisivo si sogna di citare un mio libro, arrischiando stroncature o grosse critiche dai vari sponsor dello zucchero, del caffè, del the, dell'alcol, del prosciutto, del cibo cotto e inscatolato, del farmaco e dell'integratore. Per trovare i miei due libri, occorre davvero andare a cercarseli.

INGIUSTIFICATA ANIMOSITA'

Non capisco pertanto questa animosità incrementata nei riguardi di quello che dico e anche in quelli miei personali. Non sarà che a certa gente mancano argomenti e la sta mettendo sul piano della maleducazione, della rissosità gratuita e della diffamazione? Qualcuno è arrivato persino a minacciarmi sul piano fisico. Ovvio che non pretendo di essere osannato dai fabbricanti, dai trafficanti e dai commercianti di droghe e di veleni.

INGEGNERIA SALUTISTICA E FILOSOFIA DEL BENESSERE

Non è questo un blog di prescrizioni mediche, ma di risposte a sollecitazioni che arrivano dai lettori.
Siamo nel campo dell’ingegneria salutistica, della filosofia del benessere, del non intervento sui sintomi, dell’uso eventuale di bisturi e farmaci solo nelle vere emergenze. L'ho detto più volte con chiarezza che rispetto i bravi medici e le persone trasparenti, ma che non sono medico e non mi interessa di esserlo, per tutte le paure e le sofferenze che la medicina moderna sta causando ai popoli (questa è la mia opinione). Dominasse la Scuola Medica Salernitana, troverei con essa molti punti di intesa.

SEGUO UNA CULTURA MILLENARIA

La maggioranza pensa che non sia così e che la medicina invece ci stia salvando tutti dal disastro e dalle malattie? Padrona di crederlo. Ho adottato una cultura millenaria come quella dell'igiene naturale e dunque seguo le orme di Ippocrate, di Pitagora, di Marco Aurelio, di Alvise Luigi Cornaro, di Giordano Bruno, di Leonardo da Vinci, non quelle di Satana e nemmeno quelle della Coca-Cola, della McDonald's, della Cremonini, della Monsanto, della Pfizer e della Glaxo.

L'ANTIPATICA ESIBIZIONE DEI TITOLI

La cosa più stupida che uno può fare è quella di esibire i propri titoli. Mi si dirà che, se uno ce li ha e sono buoni, è giusto che lo faccia. Per chi dà importanza a queste cose, ho una laurea in economia e commercio (italiana), una pendente laurea in filosofia (italiana), con tutti gli esami conclusi e una tesi di laurea da completare (rimandata da anni per pura mancanza di tempo), una laurea in filosofia comportamentale e naturopatia (americana). Le referenze che più dovrebbero interessare riguardano i miei corsi di igiene naturale alla scuola di Shelton e a quella di T.C.Fry, e la mia frequentazione nell'ambiente salutistico americano.

I VERI TITOLI SONO QUELLI DELL'AUTOSTIMA, DEL MODO DI ESSERE E DEL VIVERE QUOTIDIANO

Il fatto stesso poi di semplicemente esistere, di dimostrare personalmente di essere vivo e vegeto, dopo una vita intensa dedicata al lavoro, allo studio e allo sport, senza aver mai deglutito un essere ammazzato, un farmaco, una droga, un integratore, persino un caffè in vita mia, potrà valere più di un pezzo di carta, o no?

QUALCHE REFERENZA E’ BENE CITARLA

Il fatto che la mia famiglia di 4 persone non abbia mai fruito di medico familiare e di assistenza medica, e non abbia mai fatto uso, grazie anche al divino Creatore, di farmaci e vaccini, e non abbia fatto spendere un centesimo allo stato italiano per assegni familiari e per coperture sanitarie, conterà qualcosa, o no? I libri che ho in circolazione in Italia, in Cina ed in Indonesia, vorranno dire qualcosa, o no? Le mie 2000 tesine pubblicate, equivalenti a una trentina di titoli, che qualcuno mi sta proponendo di pubblicare, avranno almeno il valore di un pezzo di carta chiamato laurea in medicina, o no?

DALLA ABOLIZIONE DELLA MEDICINA ALLA ABOLIZIONE DELLA SALUTE

Non sarà che abbiamo passato ogni limite e che, dall’abolizione totale della medicina per 600 anni di fila, con straordinaria e prorompente salute di Roma Imperiale, siamo passati all’abolizione totale del diritto alla salute vera, al trionfo delle malattie incurabili e al Regime Dittatoriale della Medicina, capace di mettere il bavaglio legale a chiunque osi essere sano e a chiunque la pensi diversamente? Ho detto Medicina, ma sarà meglio specificare Medicina Pasteuriana, Monatta, Farmacologica, Sintomatologica, Venale, Arrogante, Nemica della “Natura Sovrana Medicatrice di tutti i mali” cara a Ippocrate, il grande padre tradito.

SPECIALIZZAZIONE, TUTTOLOGIA E GRAFOMANIA

Non sono un tuttologo e non soffro di grafomania. L'abbondanza degli scritti è proporzionata all'interesse e alle sollecitazioni arrivate da un pubblico che mi segue e che non mi chiede quali lauree ho e quali no, ma bada al sodo. L'affetto di questo pubblico sta sostenendo questo mio libero hobby costruttivo. Credo ovviamente alla specializzazione. Non andrei personalmente da un falegname a farmi curare un dente, e nemmeno da un economista a chiedergli un consiglio igienistico (e nemmeno a chiederli un parere sulla crisi finanziaria). Quindi state pure alla larga da me e non fidatevi, essendo io un volgare economista, non della Bocconi si intende, ma della banale Università degli Studi di Trieste.

CADUTA DEL DOGMA SULLA INALTERABILITA' DEI GENI

Scusa Valerio per la lunga digressione. Le domande che mi poni sono di grossa attualità, vista la crisi che sta passando la genetica mondiale. La persona più qualificata a risponderti in Italia potrebbe essere il professor Pietro Perrino del CNR e dell'Università di Bari. Ti dirà probabilmente che sono venute a mancare, dall'oggi al domani, le basi ideologiche su cui la medicina genetica aveva fondato tutti gli studi precedenti. Il dogma di base era che i geni e il Dna fossero delle strutture fisse ed inalterabili che proseguono e si propagano all'infinito per generazioni. E su quel dogma la biologia aveva costituito tutto lo scibile, tutti i libri, tutte le cattedre, tutte le leggi sulla genetica. Un cumulo di scienza sbagliata da buttare più o meno al macero e nella spazzatura.

COS’E’ L’OSTEOGENESI IMPERFETTA

Gli americani la definiscono “Brittle bone disease”, ovvero malattia dalle ossa fragili, caratterizzata da deficienza di collagene, proteina costitutiva del tessuto connettivo (fibrina), del tessuto osseo (osseina) e del tessuto cartilagineo (condrina). Si parla di eccesso di collagene pesante nella tripla elica genetica che crea un impedimento stearico alla nanometrica molecolare e un impedimento alla interazione tra le molecole, cioè tra le fibrille di collagene e i cristalli di idrossiapatite, che sono ingredienti base per la costruzione dell’osso.

NESSUN FARMACO E NESSUN RIMEDIO PER LA MEDICINA

Rimedi pratici, concreti e specifici non esistono all’osteogenesi imperfetta, malattia che, in America, si verifica con la frequenza di un caso su 20.000 nuovi nati. Si parla al massimo di motilità, di fisioterapia, di movimenti gentili senza incorrere nel rischio di fratture, oppure si parla di supporti ortopedici, di grucce e di sedie e rotelle. Nel caso qui citato, trattandosi anche di forma leggera, saranno sicuramente di aiuto tutte le scelte di salute previste dall’igiene in linea generale.

SANGUE SCADENTE UGUALE OSSA SCADENTI

Possiamo sicuramente tirare in campo i giochi ormonali, con l’osteocalcina che deve stimolare meglio le cellule Beta del pancreas a rilasciare più insulina e le cellule grasse a rilasciare più adiponectina. Non dimentichiamoci però che le ossa devono la loro formazione e la loro nutrizione al processo sanguineo del corpo stesso. Alla fine le anomalie ossee sono da considerarsi anomalie del sangue alterato da cattive digestioni, anomalie del sangue proprio e di quello preso dai propri genitori. Un sangue alterato non riesce a costruire nuova osseina o a riparare le carenze pre-esistenti. E’ il discorso della scarsa metilazione, di cui parlerò più avanti.

COS'E' L'EPIGENETICA

E' lo studio dei cambiamenti amodali nei segni genetici, nell’espressione genetica, nei fenotipi cellulari. E' lo studio cioè dei cambiamenti genetici causati da meccanismi diversi da quelli fissi della sequenza genica o della logica genetica o della sequenza del Dna.
Il problema è che quel dogma andato in frantumi, riguarda non solo la genetica ma anche l'epigenetica, nonostante quest'ultima sia un po' a metà strada, studiando essa proprio i casi variativi. Pure l'epigenetica parla infatti di "meccanismi fissi della sequenza genica", mentre, alla luce delle ultime scoperte in biologia, tali meccanismi fissi non esistono.

MECCANISMI EXTRA-GENETICI E GENI SILENZIATI

I casi che l'epigenetica porta a favore di meccanismi extra-genetici sono due:

1) Metilazione del Dna
2) Deacetilazione degli histoni

Entrambi questi processi servono a sopprimere determinati segni e determinate caratteristiche genetiche, senza però alterare la sequenza dei geni silenziati.

I CAMBIAMENTI STRUTTURALI DEL DNA

Tutti i processi di invecchiamento, e anche quelli di rigenerazione cellulare, hanno come tracciato finale cambiamenti strutturali del Dna. La chimica di base del Dna verte su un processo di traduzione del codice triplo di un gene in singola proteina completata. Più sofisticato è il come una cellula sappia, dei suoi 100 mila geni, quale trascrivere, quante copie e con quale frequenza.

LA DIFFERENZIAZIONE CELLULARE

Un modello concreto di biologia eucariotica è il processo di differenziazione cellulare. Durante la morfogenesi (nascita di nuove cellule) le più potenti cellule staminali diventano linee prevalenti e caratterizzanti nell'embrione. Embrione che si divide ulteriormente in cellule differenziate. In altre parole, una singola cellula-uovo-fertilizzata, lo zigote, si trasforma in molte cellule neuronali, muscolari, epiteliali, endoteliali, sanguigne, ecc, man mano che continua la divisione e la differenziazione cellulare. Tutto questo processo avviene attivando alcuni geni e inibendone nel contempo altri.

DNA E RNA

Nel corso del 2011 ci sono stati diversi esperimenti a dimostrazione che la metilazione del mRna o Rna messenger) ha un ruolo fondamentale nell’equilibrio energetico umano e nella salute. Non sono biologo ma ho l’obbligo di ricordare in sintesi i termini qui usati. Ricordo che il Dna (acido deossiribonucleico) contiene le istruzioni genetiche usate nel funzionamento e nello sviluppo di tutti gli organismi viventi. Assieme al Rna e alle proteine, è una delle 3 maggiori macromolecole essenziali per ogni forma di vita e, all’interno delle cellule, sta organizzato in lunghe strutture chiamate cromosomi (unità essenziali di ogni forma vivente).

TANTI MONOMERI PER UN POLIMERO ORGANICO DI NOME RNA

L’acido ribonucleico Rna è un polimero organico risultante dalla polimerizzazione (reazione chimica che porta alla formazione di una catena polimerica, ovvero di una molecola costituita da molte parti uguali dette monomeri o unità ripetitive). Il Rna è simile al Dna e differisce solo perché contiene lo zucchero ribosio (anziché il deossiribosio) e perché ha una struttura semplice a singola elica (anziché doppia).

DIVERSI TIPI DI ACIDO RIBONUCLEICO

Il Rna viene sintetizzato mediante processo di trascrizione del Dna, dove un filamento di Dna viene copiato nel corrispondente filamento Rna. Vi sono 3 tipi di Rna, mRna (Rna messaggero, che contiene le informazioni per le sintesi cellulari), rRna (Rna ribosomiale, che entra nella struttura dei ribosomi, ossia organelli, particelle immerse nel citoplasma e responsabili della sintesi proteica, dove sintetizzano le proteine leggendo le informazioni contenute nel mRna), tRna (Rna transfer, necessario per la traduzione dei ribosomi).

UN ESEMPIO CONCRETO DI TRASFORMAZIONE EPIGENETICA

Facciamo un esempio concreto di trasformazione epigenetica, prendendo le mamme-topo coi loro topini. Ce ne sono alcune molto affettuose e materne, e altre meno affezionate, tendenti a trascurare i piccoli. Questo fa sì che esistano differenze di crescita nei topini, con caratteristiche di sviluppo non genetiche ma epigenetiche (o se vogliamo extra-genetiche).

I BACINI E LE LECCATE DELLA MAMMA SI TRASFORMANO IN CONCRETE REAZIONI ORMONALI

Succede cioè che, quelli più leccati, vezzeggiati e ripuliti, ricevano stimoli tattili e psicologici con benefici stimoli all'ipotalamo e con rilascio di CRF (corticoprin releasing factor, modulatore di risposta agli stress e agli stati depressivi), ormone che stimola la pituitaria a rilasciare ACTH (acetilcorticoprina), la quale finalmente rilascia, tramite le ghiandole adrenali, i glucocorticoidi necessari allo sviluppo. Questa cascata di eventi è causata dalle leccate e dai bacini che mamma-topo offre o non offre con generosità ai suoi topini. Questo significa fattore ambientale, fattore modificativo di una situazione rigidamente genetica.

METILAZIONE, OVVERO CHIMICA DI TRASFERIMENTO DEI GRUPPI METILICI

Ed è qui che interviene il sopra citato concetto di metilazione. Il più importante singolo principio organizzativo in chimica cellulare viene realizzato tramite la metilazione, ovvero tramite la chimica di trasferimento del gruppo metilico. E' lui, il gruppo metilico, che fa da selettore e dice alla cellula quali parti del Dna non trascrivere per evitare ad esempio caratteristiche negative di partenza (tendenza a certe malattie, a invecchiamento precoce, ecc).

COS’E’ IL METILE

Il metile è un radicale monovalente formato da un atomo di carbonio e tre di idrogeno. Non esiste isolato, ma sta nei prodotti della natura. Ne ho parlato anche in una tesina dal titolo "Omocisteina barometro funzionale del corpo umano", del 6/12/11.

PERDITA DI METILI SIGNIFICA INVECCHIAMENTO E SVILIMENTO PSICO-FISICO

Le ultime ricerche in genetica suggeriscono, ad esempio, che il comune tracciato dell'invecchiamento è la perdita graduale di gruppi metilici (radicali monovalenti CH3) da parte del Dna, tramite meccanismi come lo stress ossidativo, le tossine ambientali, le carenze nutrizionali, i traumi emotivi. Queste accelerazioni di perdita metilica sono perdite di organizzazione informativa, sia nella replicazione dei tessuti che nella sorveglianza immunitaria.

INDEBOLIMENTO BANCOMAT E CROLLO DELL’ORGANISMO

Una perdita di circa il 40% dei gruppi metilici dai livelli di nascita viene associata al crollo degenerativo dell'organismo. E' il discorso della perdita enzimatica, dei troppi prelevamenti che l'uomo fa al suo Bancomat personale nel corso della vita, ogniqualvolta consuma un cibo cotto privo di food-enzyme (studiare Edward Howell) e di vitalità (studiare Andrè Simoneton), coinvolgendo il sistema immunitario e la leucocitosi digestiva (studiare Paul Kouchakoff), tutte cose ignorate nelle università e nelle scuole di nutrizione, tanto tronfie e superbe, quanto obsolete ed arretrate.

TUTTI POSSEDIAMO IL 100% DI CAPITALE METIL-ENZIMATICO ALLA NASCITA

Ogni bimbo, alla nascita, gode del suo capitale personale enzimatico (o metilico, se preferite), equivalente al 100% del suo potenziale. Chi è stato allattato e leccato meglio dalla mamma, nonché privilegiato dalla fortuna o da un karma favorevole, sarà su livelli superiori rispetto agli altri, ma in ogni caso ognuno comincia la sua vita possedendo un suo portafoglio enzimatico percentualmente intatto ed integro, poco importa se alto o basso in quantità numerica.

SIAMO DEGLI SPENDACCIONI E ABBIAMO IL PRELEVAMENTO FACILE

Ogni attacco alla propria integrità enzimatica significa prelevamento ed impoverimento, cioè invecchiamento precoce, significa perdita enzimatica e perdita metilica. Ogni fatica eccessiva, ogni respiro fatto male, ogni raggio di sole mancato, ogni carezza non data, ogni sconfitta, ogni cattiveria, ogni senso di colpa, ogni emozione negativa, soprattutto ogni pasto cotto e dunque basato su cibi devitalizzati e de-enzimizzati (il soprattutto è riferito al fatto che ci alimentiamo più volte al giorno e che col cibo sbagliato i prelevamenti dal Bancomat sono tremendi, non avvenendo in spiccioli ma in pesanti banconote).

L’ESPERIMENTO DELL’ARANCIA

Più volte porto l'esempio di un succo d'arancia di qualità e alto prezzo, in bottiglia di vetro e 100% succo vero, senza zucchero e senza coloranti che tengo sulla mano sinistra, e di un'arancia vera che tengo sulla mano destra. Ipotizzando che io abbia in termini calorici 100 calorie sulla mano sinistra e 100 su quella destra, esistono grosse differenze in termini enzimatici e in termini di resa calorica.

RESA CALORICA LORDA E RESA CALORICA NETTA

Il succo a sinistra, essendo cotto ovvero pastorizzato, mi darà soltanto 20 calorie nette (perdendone 80 in costi digestivi di tipo enzimatico, o se volete in prelevamento Bancomat), l’arancia vera invece essendo piena e integra dei suoi food-enzyme, dei suoi catalizzatori, si auto-digerisce da sola e su 100 calorie offre una biodisponibilità calorica di 100 calorie, e quindi a costo enzimatico e a prelevamento interno zero.

LA COTTURA DISTRUGGE GLI ENZIMI E DEVITALIZZA IL CIBO

Tener presente che non esiste enzima capace di resistere a oltre 60°C di temperatura. In altri termini, i cibi cotti ci saziano ma costano cari, poiché li digeriamo prelevando internamente micronutrienti ed enzimi che dovranno essere rimpiazzati. Se poi ci alimentiamo con cibi proibiti, oltre che cotti, si arriva all’assurdo di metter dentro 1000 calorie e di consumarne 1200 nella digestione prolungata e difficile, rimettendoci con un deficit di 200, che è poi la nota formula delle diete low-carb.

IRRADIATORI DI ENERGIA VIBRAZIONALE O BUCHI NERI ASSORBENTI?

Le alte e salutari vibrazioni della frutta sulla scala Simoneton, intorno ai 10000 Angstrom, ricaricano le batterie e mantengono il minimo salutare del corpo sopra i 6500 Angstrom, dando alla nostra aura il colore rosso della salute. Le carni, gli integratori, i cibi cotti, bazzicano nei bassifondi dei colori grigi e neri, dei raggi X, delle onde a scarsa vibrazione, più vicine ai 1800 Angstrom del cancro terminale e ai 3000 delle malattie metaboliche croniche, e danno alla nostra aura i colori grigi della persona ammalata e del buco-nero che assorbe e ruba energia al prossimo anziché irradiare il suo potere radiante.

LA COTTURA, SPECIE SE PROLUNGATA E INTENSA, E’ LA ROVINA DEI CIBI

Non mi pare servano ulteriori commenti. Il discorso dell’arancia è estendibile a tutti gli alimenti, con qualche eccezione per i prodotti difesi da abbondante amido, come le patate e le zucche, cotte poco e con la buccia, o come i vegetali amidacei tipo cavolfiori e cavoli di Bruxelles, o come i cereali integrali messi in ammollo e cotti al minimo, o come la pasta integrale e la pizza sottile precedute da abbondante piatto di verdure crude.

RALLENTARE L’INVECCHIAMENTO GRAZIE A UNA ALIMENTAZIONE ENZIMATICA

Dobbiamo pertanto cercare tutti di rallentare, fermare e persino invertire l'invecchiamento. Come? Risparmiando lo spreco di gruppi metilici, arricchendo il nostro fegato di enzimi epatici specifici come la transferasi metilica, quella che elargisce un prezioso gruppo metilico all'omocisteina, permettendole di sciogliersi e di ritrasformarsi in sulfo-metionina.

IL SULFO-ADENOSIL-METIONINA, ECLUSIVO ELARGITORE DI GRUPPO METILICO

Tutti gli enzimi che reintegrano i gruppi metilici nel Dna, usano infatti il “SAMe” (S-adenosil-metionina) come esclusivo elargitore di gruppo metilico. I gruppi metilici vengono usati per fare serotonina, melatonina e altri neurotrasmettitori basilari che supportano la mielinazione e la ricostruzione dei nervi, dei tessuti e delle giunture.

LA FORMULA REALE E CONCRETA DELLA SALUTE ESISTE

Depurandoci, respirando bene, prendendo il sole, pensando pulito, amando e non odiando, rispettando il prossimo e non comportandoci da maleducati, da cinici e da vigliacchi, fluidificando il sangue, detossificandoci dal colesterolo LDL e dall'omocisteina, consumando tanta frutta, tanta verdura a foglia verde, tanta betaina da bietole crude, da avena cruda, da cereali integrali non stracotti, da prodotti vivi, naturali e non-crudeli, il miracolo cellulare è alla portata di tutti.
Non sto esaltando la panacea che risolve tutto, ma questa è l’unica chiave reale per incrementare il nostro benessere, se è questo che ci interessa.

Valdo Vaccaro

FEBBRE INSISTENTE IN FASE DI ALLATTAMENTO

LETTERA

TENGO IN CONSIDERAZIONE I TUOI CONSIGLI

Caro Valdo, Mi dispiace scriverti perché so che sei oberato di lavoro e messaggi di persone che sicuramente presentano casi ben più seri del mio, ma come sempre ricorro a te quando non riesco a trovare aiuto altrove e sento il bisogno dei tuoi preziosissimi consigli.

QUALCHE DIFFICOLTA' A STEMPERARMI

Da quattro giorni ho una persistente febbre che staziona tra 38 e 38,5 a partire da pomeriggio fino ad avvicinarsi a 39 la sera. E' ballerina, nel senso che va e viene così come i sintomi di questo raffreddamento che fatico a curare. Come forse ricorderai, da 5 mesi allatto mia figlia venuta al mondo con parto cesareo. Come durante la gravidanza, anche in questi mesi ho mantenuto la mia solita routine alimentare e igienista, mangiando prevalentemente crudo, tanta frutta, facendo sport e respirando aria buona.

NASO INTASATO E TOSSE SECCA

Il clima qui a Valencia è particolarmente gradevole in inverno, tanto che nelle ore centrali del giorno si raggiungono tranquillamente i 20 gradi al sole. Così non manca nemmeno la abituale mezz'ora di sole al giorno. Ora, questo raffreddore è iniziato e continua con un persistente mal di testa con epicentro all'altezza dell'occhio destro (stile emicrania), naso intasato con tanto muco e tosse secca.

IMPOSSIBILITA' DI DIGIUNARE

I rimedi che ho adottato sono riposo, tanta frutta (arance e mandarini in particolare), qualche insalata, tisane (mi hanno consigliato l'echinacea), calore su reni e fegato, evitare sbalzi di temperatura. In condizioni normali farei un bel digiuno, ma visto che sto allattando mia figlia non è possibile.

QUALITA' DEL LATTE E RINORMALIZZAZIONE

Mi preoccupa anche la qualità del mio latte. Noto in mia figlia un po' di raucedine. A volte mangia lamentandosi anche se nel complesso non sembra stare male. Alla luce di tutto questo, mi viene da chiedermi, come mai il mio fisico fa tanta fatica a normalizzarsi? E' forse dovuto all'allattamento? Come sempre ti ringrazio e non serve dirti che se dovessi passare da Valencia mi farebbe proprio molto piacere invitarti a cena. Un abbraccio.
Annalisa

*****

RISPOSTA

LA FEBBRE E' SEGNO DI FORZA IMMUNITARIA

Ciao Annalisa, la tua febbre persistente non è segno di debolezza da allattamento, ma buon segno di ripresa e di forza immunitaria. In pratica, è proprio il tuo costante e coerente comportamento igienistico fatto di respirazione, sport, cibi crudi, che ha creato le basi per la presente crisi detossificante. Qualche tossina da cacciar fuori ce l'hai, perché il cesareo non è stato sicuramente innocente. Il muco che ti blocca naso e respiro è segno di notevole acidificazione. La febbre sul momento stanca e debilita un po', ma è segno di forza, non di debolezza. Come hai detto giustamente ci vorrebbe un buon digiuno per dare una accelerata alla espulsione del muco.

L'ALTERAZIONE E' SICURAMENTE DI TIPO INTESTINALE

L'alterazione sta al 100% nell'intestino, per cui ogni cibo in arrivo tende a guastarsi e ad alimentare la congestione in atto. La febbre esterna ce l'hai come valvola di sfogo e di sicurezza di quella interna-intestinale, per cui si tratta di febbre positiva da non abbassare con nulla. E' d'obbligo ripristinare la normalità del meccanismo digestivo-intestinale-evacuativo con modalità naturali e senza compromettere la tua produttività lattea.

NESSUNA ANSIA INUTILE PER UNA NORMALISSMA FASE DI ASSESTAMENTO INTERNO

Con un po' di pazienza e di fiducia in te stessa, ti riprenderai in un paio di giorni. Non crearti ansia inutile, mantieni la respirazione per quanto tu possa, nonostante la tosse. Sta su dieta liquida in questi giorni, inserendo succo di carota, di sedano e ananas, di finocchio e bietole, purè di patate, latte di mandorle, avocado, qualche cucchiaino di olio di oliva. Cerca di ricreare un buon riequilibrio intestinale. Se trovi un buon succo di ortica, diluibile con dell'acqua, ti farebbe molto bene. Una tisana alla malva e alla piantaggine ti può aiutare per la tosse secca.

SVUOTARSI DI OGNI GOCCIA LATTEA PER STIMOLARE IL BUON MANTENIMENTO DELLA LATTAZIONE

Continua ad allattare la piccola facendo attenzione di svuotare di volta in volta il latte per ciascun seno, onde evitare cali nella produzione. Dandone di meno non ne avanza per le fasi successive, come molte mamme pensano. Se dovesse qualche succo fresco di frutta succosa, o anche di mandorla, può essere servito anche alla piccola se gradito, in via temporanea e lontano dal tuo latte (preferibilmente prima della poppata). Chiaro che il tuo latte rimane fondamentale per la piccola, vivendo essa in simbiosi con te.

Valdo Vaccaro

lunedì 30 gennaio 2012

BRUFOLI DETOSSIFICANTI, ANSIA E FUOCO DI SAN ANTONIO

LETTERA


STATI D'ANSIA E STOP A DANZA ORIENTALE E PALESTRA

Buongiorno Valdo, complimenti per il lavoro che sta svolgendo. Sono sempre stata una donna sportiva. Ora ho 52 anni e, dopo 10 anni di danza orientale, mi sono dovuta improvvisamente fermare perché, quando facevo danza o pesi, mi sentivo un malessere tipo ansia. Tutti gli esami fatti erano nella norma, e anche il cuore con prova sotto-sforzo è a posto.

EPATITE-C IN PASSATO ED ERUZIONI ALL'OMBELICO

Vent'anni fa ho avuto una epatite-C non trattata con farmaci e, da alcuni mesi fino a poco tempo fa, una eruzione rossastra all'ombelico. Per tali motivi ho cercato di cambiare alimentazione e, pian piano, sto smettendo di mangiare tutto ciò che può nuocere. Il rossore all'ombelico è scomparso e mi sento più in forza.

BRUFOLI SUL VENTRE E PIZZICORE PRURIGINOSO ALLA GAMBA

Volevo chiedere un suo parere su ciò che mi è successo e inoltre ho notato che a volte mi compaiono dei brufoletti rosei sul ventre e, nel contempo, una eruzione con pizzico tipo puntura d'insetto in una gamba, con un gran prurito. Come si fa a capire se è il corpo che sta eliminando qualcosa o se è un'allergia ad un determinato alimento?

FUOCO DI SAN ANTONIO E CHIUSURA PARZIALE ALLE CAROTIDI

Altra domanda riguarda mia madre di anni 85. Ha avuto a ottobre il fuoco di San Antonio in testa e all'occhio. Trattata con antivirali, vitamina B1 e tachipirina per il dolore, sta più tranquilla, ma non è ancora guarita completamente. Inoltre un ecodoppler al collo ha evidenziato la chiusura al 30% delle carotidi. Cosa ne pensa del Fuoco di San Antonio e della chiusura delle carotidi? E come posso aiutarla a stare meglio, considerando che ha un'alimentazione mediterranea e, alla sua età, ho i miei dubbi di riuscire a farle cambiare idea? Grazie
Jessica

*****

RISPOSTA

RIPRENDERE DANZA E SPORT

Ciao Jessica, Hai fatto male a smettere con lo sport e la danza. Opportune invece le correzioni dietologiche e la maggior cura per il tuo intestino. Chiaro che ti sei un po' trascinata appresso gli antichi acciacchi epatici e una situazione interna sicuramente migliorabile. I fastidi, i rossori, i pruriti, sono sempre manifestazioni di tipo detossificante, poco importa se scatenate da contatti di tipo problematico.

RESPIRARE MEGLIO E NON ANDARE IN DEBITO DI ARIA FRESCA

L'ansia a mio avviso non dipende certamente dalla danza e dai pesi, ma piuttosto da qualche insufficienza respiratoria. Respirare meglio, più a ritmo e più a fondo, scegliendo aria naturale e non viziata. Prendere il sole non appena possibile, non appena superato il grande freddo.

IMPREGNAZIONE VELENI E RIDUZIONE MARGINI DI TOLLERANZA

Le allergie nascono tutte non da problemi veri delle sostanze allergeniche, ma sempre dalla situazione corporale compromessa, da un corpo impregnato di tossine a tal punto che ha esaurito i margini di tolleranza ai veleni, per cui ogni ulteriore sostanza a rischio diventa goccia che fa traboccare il vaso, scatenando una reazione, un fastidio e un pizzicore.

OGNI ERUZIONE CUTANEA FA DA PREZIOSO SCARICO TOSSICO

E' l'indicazione che il corpo avrebbe bisogno di un digiuno per scaricare il surplus tossico. Pertanto non esistono distinzioni. I fastidi della pelle, escludendo ferite o scottature, sono tutti di tipo eliminativo, da rispettare con pazienza per qualche giorno.

PIGRIZIA LINFATICA, INTOSSICAZIONE, INSUFFICIENZA EPATICA

Il fuoco di San Antonio, o Herpes Zoster, significa eruzioni con vescichette disposte sul tragitto dei nervi cutanei, che in una settimana si seccano, dando un intenso dolore. Anche qui restiamo dunque nel settore delle intossicazioni e dell'insufficienza epatica, aggravate dal freddo intenso di questi giorni. Se di origine reumatica, ci può essere fame di tiamina B1 anti-beriberi (vitamina distrutta da zuccheri, fumo, caffeina, alcol, febbre, costipazione, stress).

PIU' VITAMINA-B1 NATURALE, NON IMMAGAZZINABILE NEL CORPO

Per ricostituire la tiamina serve germe di grano, girasole, pinoli, avocado, arachidi, lupini, piselli, cavolfiore, cavoli, cavolini di Bruxelles, tarassaco, cereali integrali. La chiusura delle carotidi denota un problema circolatorio. Per far stare meglio tua mamma non ci sono alternative al seguire quello che tu stessa hai fatto, scegliendo cioè la via del miglioramento dieta e della rieducazione respiratoria.

Valdo Vaccaro

VACCINAZIONI E SCOMPARSE IN TERRA RUSSA

LETTERA

NOTIZIE DA BRIVIDO E INDUZIONI VENETE A VACCINARE

“Attivista russo scompare nel nulla dopo aver divulgato i progetti per una vaccinazione di massa”, da Edoardo Capuano - Posted on: 30 gennaio 2012. Mi imbatto in questo vecchio articolo su Altra News, lo leggo e mi vengono i brividi. Infatti, la previsione dell’attivista russo (l’articolo parla di un evento delittuoso di 15 mesi fa) trova conferma oggi nella pratica dell’induzione alla vaccinazione delle bambine del Veneto contro il presunto Papilloma virus.

VENETO, REGIONE-LABORATORIO DI BIG PHARMA

Il Veneto si sa è il laboratorio di Big Pharma dove in anteprima vengono testate le varie presunte medicine mortifere e biocide che poi saranno estese all’intero territorio nazionale. Si pensi che i costi per la sanità a carico della regione Veneto sono doppi rispetto a quelli delle altre regioni, e superano del 60% l’ammontare della disponibilità economica della Regione stessa.

PRESSIONI PERENTORIE E INDEBITE PER VACCINO ANTI-PAPILLOMA

Attualmente nelle famiglie dove vi sono bambine dai 12 anni in su, arrivano lettere delle relative USL che invitano perentoriamente le bimbe a vaccinarsi contro il Papilloma Virus. Se andate a guardare però la lettera e a nome dell’Usl, vedete che non porta nello spazio apposito la firma di alcun medico responsabile. Ebbene genitori, fatevi carico del vostro ruolo, prendete quel foglio, andate dalle Usl di Competenza e chiedete di vedere in faccia il responsabile di queste lettere.

SALVATE LE VOSTRE FIGLIE DA QUESTO ENNESIMO ATTO CRIMINALE

Chiedete che vi certifichi che il vaccino non rende sterili le vostre figlie. Chiedete che vi metta per iscritto che i veleni contenuti nel vaccino non sono veleni e non hanno esiti nefasti. Non lo farà e voi capirete tutto. A questo punto vogliate bene ai vostri figli, risparmiate loro quest’offesa criminale, rispettateli, informandovi, facendo lo sforzo di capire cos’è questo stramaledetto vaccino. Quando avrete scoperto cos’è avvertite gli amici e i parenti ne avete il dovere. Qui a Stampa Libera facciamo la nostra parte in prima linea.

OGNUNO HA IL DOVERE DI FARE LA SUA PARTE

Voi avete il dovere di aiutare, informare gli altri che non sanno del pericolo che corrono i loro figli. Ho saputo di recente di scuole in cui tutte le bambine si vantavano di aver fatto il vaccino! Agli uomini che hanno superato i 50 anni mandano l’invito a farsi una biopsia per intercettare il cancro al retto, mentre alle donne mandano continui avvisi di farsi diagnosticare tumori al seno.
Veneto coglione ti stanno ammazzando, distruggendo e tu ti offri ingenuo e stupidamente disarmato. Tanto vi dovevo.
Lino Bottaro

*****

LA SCOMPARSA DI ALEXANDER GONCHAROV

Alexander Goncharov, un attivista russo che ha esposto il programma di eugenetica globale, in particolare un programma di vaccinazione che dovrebbe iniziare nel 2011 è recentemente scomparso dopo gravi minacce per la sua vita. È scomparso la notte del 30 ottobre 2010, alle ore 22:00 circa, quando è stato visto l’ultima volta lasciare il suo ufficio presso la società russa Benevolent, senza fare più ritorno a casa.

SAPEVA DI ESSERE PEDINATO DALLA MAFIA SANITARIA RUSSA

Alexander Goncharov aveva giurato di diffondere quante più informazioni possibili sul programma di eugenetica globale ai professionisti medici e al pubblico. Aveva scoperto un piano per sterilizzare le donne attraverso programmi di vaccinazione in Russia, Ucraina e Bielorussia. Dopo le minacce nello stesso giorno aveva chiesto protezione dagli amici paracadutisti, ma purtroppo sembra che non abbia ottenuto questa protezione in tempo, in quanto scomparve quella notte stessa.

L’ULTIMA SUA DICHIARAZIONE DEL 22 OTTOBRE 2010

Io, Alexander Goncharov, Presidente della Società russa Benevolent, ho ricevuto informazioni da parte di medici onesti che non intendono partecipare a uccidere il loro stesso popolo, circa i preparativi per la distruzione dei nostri figli sotto le spoglie di una “nuova vaccinazione”, in programma per primi mesi del 2011.

TANGENTE E SILENZIO, OPPURE MINACCIA DI MORTE

Non posso confermare o smentire queste informazioni o garantire la credibilità di esso, ma chiedo a tutti di controllare da soli. “Qualcuno” ha scoperto che ho avuto queste informazioni e mi è stato offerto una tangente di non divulgazione e, tra l’altro, una minaccia di morte se avessi continuato la diffusione di informazioni per l’uccisione imminente dei nostri figli.

NETTO RIFIUTO DELLA PROPOSTA

Ho rifiutato la loro “proposta” e non potrò mai accettare la deliberata distruzione del mio popolo.
Ho il dovere sacro e sotto giuramento alla patria, in conformità con la Costituzione della Russia di diffondere informazioni circa l’imminente OMICIDIO DI TUTTI I NOSTRI FIGLI IN RUSSIA e di trasmettere questa informazione con tutti i mezzi possibili. Sono conscio della pericolosità di questa gentaglia.

SIAMO DI FRONTE A UN PIANO DI STERMINIO

In particolare mi appello al personale del Ministero e Servizio federale di sicurezza, ad ascoltare le mie chiamate e leggere la mia corrispondenza. Vogliono uccidere i NOSTRI bambini. Pertanto, si dispone di una scelta. Aiutare la sopravvivenza del popolo o procurare piccole bare.
Con ciò che segue prendete due minuti per leggere e salvare le vite dei vostri figli.

VACCINAZIONE TIPO 1 PER RAGAZZE DAI 12 AI 20 ANNI

Le vaccinazioni sono di due tipi. Il tipo 1 è destinato a ragazze dai 12 a 20 anni. La vaccinazione sarà presentata sotto le spoglie apparenti di prevenzione del cancro al seno e all’utero.
È una vaccinazione simile a quella usato per sterilizzare le ragazze in Messico, Nicaragua ed Iraq.
Gli effetti sul corpo sono di provocare aborti a 3-4 mesi di gravidanza. Oltre agli effetti diretti, l’inoculazione è di grande impatto mentale perché molti aborti a gravidanza avanzata creerebbero panico e paura di rimanere incinta.

VACCINAZIONE TIPO 2 PER DONNE MATURE

Il tipo 2 è progettato per le donne oltre 45 anni. Contiene immunoglobuline e preparati OGM.
Gli effetti sul corpo sono una rapida stimolazione che aumenta le difese per 2-5 anni, per poi ridursi drasticamente, fino a quando l’immunità va a zero, con incapacità di combattere qualsiasi evento negativo.

*****

COMMENTO

35 MILIARDI OFFERTI ALLA TINA ANSELMI NEL 1979

L’Italia è stata oggetto di corruzioni eclatanti nel settore dei vaccini. Basti pensare alla senatrice democristiana Tina Anselmi, Ministro della Sanità che, per recedere dalle sue intenzioni di ritirare un migliaio di farmaci e di vaccini dalla circolazione, ricevette un proposta di mazzetta da 35 miliardi di lire, depositati confortevolmente in qualsiasi banca svizzera di suo gradimento.

DENUNCIATA LA CORRUZIONE, LE SALTO’ IN ARIA L’AUTO TRE GIORNI DOPO

Il giorno dopo la Anselmi, rese pubblico in Parlamento il gravissimo tentativo di corruzione. Correva l’anno 1979. Pochi giorni dopo la sua auto saltò in aria in una via di Roma, e solo per strana coincidenza, l’onesta Anselmi arrivò alla sua vettura due minuti dopo, grazie a una telefonata imprevista che le salvò la vita.

SEICENTO MILIONI SOLTANTO PER DE LORENZO DA PARTE DELLA GLAXO

Basti pensare ai 600 milioni di lire, in questo caso intascati da parte del ministro della Sanità dr De Lorenzo (finito in carcere) nel 1990, per apporre una firma sul decreto di obbligatorietà del vaccino sull’antiepatite-B, da parte della Glaxo che, nota bene, ha oggi l’esclusiva di tutti i vaccini anti- Papilloma.

COMUNI, PROVINCE E REGIONI, TUTTE COINVOLTE NEL COMPLOTTO PRO-VACCINAZIONI

Ho avuto modo di passare ieri e oggi tra i municipi di Tricesimo e Tavagnacco, notando dei grandi manifesti giallo-fosforescente esposti sulle vetrate d’ingresso. Pensavo per un attimo a qualche grossa sagra. “NON FARTI INFLUENZARE: VACCINATI!”, stava invece scritto a lettere cubitali e tre punti esclamativi, più la solita traduzione in lingua friulana. Si riferiva alla vaccinazione antinfluenzale, ma sappiamo che tutto fa brodo. Una vaccinazione tira l’altra e fa da supporto all’altra. Decine di migliaia di manifesti affissi con sistematico furore vaccinatorio. Coi soldi dei contribuenti e a danno dei contribuenti, visti i danni certi di tutti i vaccini, nessuno escluso.

IN AMERICA VIGE L’OLIAZIONE AUTOMATICA E NON C’E’ BISOGNO DI SOTTOBANCHI

Gli Americani battono tutti in fatto di voracità per il danaro e di furbizia nei trucchi adatti ad accumularlo.
Ogni medico distrettuale con 5000 pazienti, prende per legge un bonus di 7.50 US$ per ogni vaccino propinato alla sua clientela, cioè 37500 dollari per ogni nuova campagna vaccinatoria e, come non bastasse, gli danno 4500 dollari per ogni sua presenza a sostegno di campagne positive di vaccinazione.

IN RUSSIA LE CIFRE VANNO MOLTIPLICATE PER CINQUE

L’Italia, vale 5 volte meno della Russia in termini di popolazione globale, per cui il valore del business vaccinatorio sale di molto in quella realtà, e si moltiplicano in proporzione i rischi e i pericoli per chi ne è coinvolto. Quando ci sono grosse cifre di mezzo, la figura umana e le stesse leggi passano decisamente in secondo piano. Il povero Goncharov non è sicuramente svanito nel nulla di sua spontanea volontà.

MULTINAZIONALI ARROGANTI E SFRONTATE

La sfrontatezza e la arroganza delle multinazionali farmaceutiche sono note. Girano grosse cifre e imperano i sottobanchi a favore dei decision-makers, ossia delle persone-chiave. Non è esagerato dire che siamo di fronte a gente senza scrupoli. Detto questo passiamo a spiegare la storia del Papilloma, che riprendo dalla mia tesina “Pitagora, Koch le farse e le verruche”, del 21/3/09.

STORIA DELLE ULTIME PESTILENZE CHIAMATE HERPES VIRUS (HV) E HUMAN PAPILLOMA VIRUS (HPV)

I microbiologi cominciarono a studiare il cancro della cervice ancora nel XIX secolo, quando un medico italiano riscontrò che questo tipo di tumore colpiva più facilmente le donne sposate che le monache. Una varietà di microbi fu ritenuta responsabile della malattia, compresi i batteri della sifilide e della gonorrea, i micoplasmi, le clamidie e il triconomas che è un protozoo.

UNA ESCALATION DELLA VIROLOGIA VERSO NUOVI PROMETTENTI TRAGUARDI

I virologi entrarono in campo negli anni 60, subito dopo che il virus di Epstein-Barr era stato isolato e ritenuto (a torto) responsabile del linfoma di Burkitt (che in realtà si rivelò essere, come al solito, malattia tossicologica e non virale-infettiva). Nel 1966 i virologi giocarono di nuovo sporco, rispolverando l’asserzione che le pazienti con cancro della cervice tendevano ad aver avuto più rapporti sessuali rispetto a quelle meno attive sessualmente. In più, un laboratorio gettò ad arte benzina nel fuoco, riferendo che le pazienti cancerogene avevano avuto in precedenza un’infezione da herpes. Questo era un boccone troppo ghiotto per lasciarselo sfuggire.

LA CARTA FASULLA DELL’HERPES-2

In due anni riuscirono a distinguere due tipi di herpes, il tipo-1 (più comune, intorno alla bocca) e il tipo-2 (infezione ai genitali, cervice compresa). E quest’ultimo diventò per anni il bersaglio preferito, come presunto responsabile del cancro. Ma anche qui si dovettero fabbricare nuove ipotesi assurde e fantasmagoriche.

ASSERZIONI E TEORIE PIENE DI CONTRADDIZIONI E DI VUOTI LOGICI

Secondo questa teoria, il virus prima infettava e uccideva milioni di cellule, ma ogni tanto faceva cilecca e si mescolava con delle cellule diventando impotente. Le balle e le bufale vennero ben presto a galla. L’85% degli americani adulti sono infettati dal virus herpes-2 in modo spesso asintomatico, e in questa percentuale sono pure comprese le donne prive di segni di cancro al collo dell’utero. Molte donne poi, affette dal tumore alla cervice, non erano addirittura mai state infettate dal virus herpes-2. Cose da chiodi.

I VIROLIGO-INFETTOLOGI DIVENTANO LO ZIMBELLO DELLA COMUNITA’ SCIENTIFICA

Nel 1983, i virologi-infettologi disperati ma mai disposti a mollare l’osso, proposero una nuova trovata da Carnevale. Sostennero l’ipotesi di toccata e fuga, per cui l’herpes virus infetterebbe brevemente le cellule della cervice delle donne ignare, provocando qualche misterioso cambiamento. Questa idea peregrina minacciava di rendere i virologi lo zimbello della comunità scientifica. Come si potevano mai fare delle sperimentazioni e delle teorie per dimostrare un evento ipotetico che non lasciava traccia? Eppure questa ipotesi demenziale sopravvisse in medicina fino agli anni 90.

L’ULTIMA TROVATA, QUELLA DEL PAPILLOMA VIRUS

Nel 1977, un virologo tedesco, Harald zur Hausen, che lavorava al centro di ricerche sul cancro di Heidelberg, propose un altro virus come agente responsabile del cancro alla cervice. Si trattava dell’Hpv (human papilloma virus), un virus non aggressivo che causa delle innocue verruche.
Tant’è vero che le prove a favore di questa ipotesi Hpv sono tutte regolarmente fallite e naufragate.
Infatti, non appena Harold zur Hausen e i suoi colleghi si accorsero che:

A) Metà delle donne americane era regolarmente portatrice del virus Hpv.
B) Solo l’1% della popolazione femminile portatrice Hpv sviluppava poi il cancro.
C) Un terzo di quell’1% non era comunque mai stato infettato dal virus Hpv.

Conclusero giustamente di aver seguito una pista sbagliata e, da scienziati onesti, cestinarono il tutto.

PERCHE’ NON RILANCIARE IL TUTTO IN GRANDE STILE?

Il mondo è fatto di persone per bene ed anche di filibustieri. Perché mai buttare via tutte quelle ricerche, quelle ipotesi, quelle buone occasioni per fare denaro sulle spalle della povera gente, sulle spalle delle donne, sulle costole di Eva? Abbiamo perseguitato i maschi, e raggranellato enormi capitali sull’Aids maschile, perché non fare lo stesso tiro mancino alle donne, e trasformare l’Hpv in un nuovo planetario Aids femminile?

PIU’ CHE DI VERRUCHE SI TRATTA DI FUMO E DI CAFFE’

Questo si devono essere dette certe industrie farmaceutiche. Il virus Hpv provoca papillomi o verruche, ovvero piccole escrescenze anomale e non maligne di cellule che possono comparire e scomparire spontaneamente nel giro di una settimana. A patto che non venga messo in crisi dal fumo e dal caffè, dai cibi sbagliati e da stili di vita assurdi, da pensieri e atteggiamenti negativi, il sistema immunitario riconosce le proteine virali e fa piazza pulita con estrema facilità sia delle verruche che dei virus che le hanno provocate.

IL CANCRO DELLA CERVICE NON E’ COMUNQUE CONTAGIOSO E DERIVA DA CAUSE TOSSICHE

Le spiegazioni più plausibili dei rari casi di cancro della cervice rimangono quelle del cattivo invecchiamento (cibi e stili sbagliati prolungati nel tempo), del fumo, dell’uso continuo di contraccettivi. In ogni caso, il cancro della cervice non è contagioso per nessuno, essendo una situazione personale e irripetibile riguardante esclusivamente la paziente che se lo è fabbricato.

MAI TRALASCIARE LA “SANA” IPOTESI VIRALE

Chiaro poi che i cacciatori di virus, al soldo di ben specificate industrie del farmaco e del vaccino, continuano a propagandare l’ipotesi virale. Per cercare di risolvere i tanti paradossi e i tanti vuoti logici, i virologi, quanto mai corrotti e in malafede, hanno persino riportato in auge il virus herpes Simplex-2, come cofattore Hpv, fingendo di ignorare che in matematica zero più zero fa ancora zero, per cui due cofattori assurdi non producono un fattore concreto.

UN GROSSO AFFARE PER LA BIOTECNOLOGIE

Eppure, la Diogene Diagnostics, una ditta di biotecnologie del Maryland, ha ottenuto l’appoggio e i fondi del governo federale per il suo test del papilloma virus. Molti altri laboratori di ricerca, sulla scia di questo fatto, hanno bussato ai finanziamenti del NHI (National Health Institute), per cui la frode prosegue e va avanti in tutto il mondo.

PAPILLOVIRUS, BEFFARDO TERRORISMO A SCAPITO DELLA DONNA

Tutti parlano ormai la lingua della pestilenza e del lazzaretto. Gli scagnozzi delle industrie farmaceutiche stanno convertendo mezzo mondo alla loro beffarda teoria sul Papillovirus.
Hanno oliato per bene governi, stati e sanità. Si sono comprati giornali, riviste e canali televisivi.
Tutti parlano ormai la loro lingua, la lingua della pestilenza e del lazzaretto. Terrorismo puro al servizio della donna. Stanno arringando la popolazione femminile, invitandola a fare sonni tranquilli, a non aver paura di niente. Basterà solo far vaccinare bambine e adolescenti, per ora dai 10 anni in poi, ma più avanti forse già dalla culla.

DECINE DI VACCINI PRONTI E ALTRE CENTINAIA IN CANTIERE

Loro hanno già pronti 20-30 vaccini per i diversi tipi di Hpv appena individuati, ma ne stanno già preparando un altro centinaio. Anche perché il virus Hpv consta di un’infinità di varianti, per cui la copertura totale, la protezione globale dalle infezioni, si realizzerà mediante non una o due vaccinazioni/anno, ma con qualche decina di esse. Fuori e dentro gli ambulatori, con grande soddisfazione dei Nuovi Monatti, i quali, udite-udite, amano spacciarsi per benefattori dell’umanità e, sulle orme di Luc Montagnier, sono pure in corsa per il Nobel, avendo esse “dato un grande contributo alla serenità delle donne del mondo”.

COME DIFENDERSI DAI MONATTI E DAGLI UNTORI DEL TERZO MILLENNIO

I test diagnostici e le vaccinazioni non sono solo interventi inutili, superflui, assurdi, seccanti (a meno che qualcuna non ami stare più negli ambulatori che a casa o distesa sull’arenile a prendersi il sole), ma possono pure avere drammatiche conseguenze. Come difendersi dunque dai monatti e dagli untori del Terzo Millennio? Molto semplice.


SVEGLIATEVI E REAGITE DONNE DI TUTTE LE ETA’, NE VA DI MEZZO DAVVERO LA VOSTRA INTEGRITA’ PSICOFISICA

State tutte felici, pimpanti e tranquille, verruche o non verruche, e migliorate le vostre conoscenze sulla salute, studiando di più, andando più di frequente a spasso per campi e i boschi, a respirare aria pura e a raccogliere erbe selvatiche. Meglio se in buona compagnia dell’amico o del fidanzato (per le maggiorenni), del marito o dell’amante (per le sposate), delle sorelle o delle amiche (per le monache), frequentando più il fruttivendolo che la macelleria e la formaggeria, lasciando le farmacie e gli ambulatori per le rarissime emergenze, o meglio ancora per il 32 dicembre e per il 30 febbraio di ogni anno.

NON DATE RETTA AI VOSTRI PERSECUTORI, E SEGUITE I CONSIGLI DELLA FLORENCE NIGHTINGALE

Fate una bella pernacchia a tutti i rivoltanti agenti della paura. Non date retta alla coalizione del maschilismo monatto Riscoprite il maggior medico della storia, la magnifica dottoressa inglese Florence Nightingale, ed imparate a memoria il suo prezioso insegnamento.
Non fatevi condizionare ed accalappiare da chi vuole trasformarvi da sexy e procaci creature, o comunque da simpatiche compagne e controparti del maschio, in orribili esche rivoltanti, in trappole infernali, in esseri dai seni tagliati e siliconati, in depositi viventi di verruche, di herpes e di papillomi. Non siate arrendevoli. Ribellatevi a questa colossale ed epocale macchinazione persecutoria nei vostri confronti.

Valdo Vaccaro

SUMMIT DI PAOLO BARNARD E DEL GRUPPO MMT SULLA RAPINA FINANZIARIA ANTI-ITALIA

LETTERA

GLI ATTIVISTI DEL MMT CONTRO IL ROVINOSO SCEMPIO DELL'ITALIA

Ciao Valdo, sono il tuo amico Ignazio di Palermo. Ti informo che dal 24 al 26 Febbraio avrà luogo in Italia un summit organizzato da Paolo Barnard dove parteciperanno gli economisti della Modern Money Theory per formare il primo gruppo di attivisti della MMT contro lo scempio del colpo di stato finanziario.

L'APPELLO DI PAOLO BARNARD

In molti crediamo che sia l'unica via da percorrere. Sarebbe bello se anche tu potessi appoggiare questa iniziativa solamente informando i tuoi lettori. Del resto parliamo di una nazione ammalata solo perché il suo sistema immunitario (cioè noi stessi) non funziona più come dovrebbe. Ti allego l'appello di Paolo Barnard (http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=283).

*****

RISPOSTA

PAOLO BARNARD E' VOCE DI RARA INDIPENDENZA

Ciao Ignazio, hai fatto benissimo a ricordarmi questo evento. Paolo Barnard rappresenta una assoluta garanzia di imparzialità e di trasparenza, essendo, nonostante la sua giovane età, una delle rare voci libere, rimaste attive e combattive in questo paese ormai soggiogato e colonizzato dalla vera mafia finanziaria mondiale. Chi vuole informazioni su di lui può cercare tra i tanti video in circolazione, estremamente chiari, istruttivi e condivisibili senza riserve.

CINQUE DOCENTI DI FAMA MONDIALE

Far venire questo team di grossi economisti americani del gruppo MMT (Modern Money Theory), in questo momento delicatissimo del nostro paese, è davvero impresa eccezionale da appoggiare senza riserve. Randall Wray, Stephanie Kelton, Warren Mosler, Marshall Auerback e William Black, sono docenti di fama mondiale.

UNO STAGE UNIVERSITARIO DI CARATTERE INFORMATIVO

Non si tratta si un summit partitico a favore di questo o di quello, ma di un vero e proprio corso accelerato, una lezione universitaria di 2 giorni, da tenersi presso un hotel da stabilire, in zona Umbria-Toscana, sui colpi di stato finanziari del neo-mercantilismo contro i paesi presi a bersaglio, tra cui l'Italia.

CONTRO IL DECLASSAMENTO ABUSIVO e GANGSTERISTICO DELL'ITALIA

Una occasione da non perdere per chi non vuole morire soffocato senza nemmeno sapere il percome e il perché, e soprattutto per chi vuole trovare delle vie di uscita alla vergogna nazionale, al declassamento abusivo dell'Italia ingegnerizzato ed imposto dai marpioni dell'imbroglio finanziario. Declassamento ordito in zona Wall Street e dintorni, da quell'America spendacciona e dalle mani stra-bucate, che pretende di dare lezioni di buoncostume economico e di trasparenza a un paese che nulla ha da imparare dall’America in tema di laboriosità, di ingegno e di solvenza, nonostante le risapute croniche incongruenze della nostra finanza pubblica.

Valdo Vaccaro

ENORMI BENEFICI POST-DIGIUNO E DIETA GRASSA PERUGINI BILLI

LETTERA

NUOVO SOSTENITORE DELLA DIETA VEGANO-CRUDISTA

Salve Dr Valdo, Da poco sono venuto a conoscenza del suo bellissimo blog. Anche io sono, seppur da pochi mesi, un avido sostenitore della dieta vegano-crudista. Ho 34 anni, e adesso vivo meglio.

ELIMINATI I VIZI ROVINA-SALUTE

Ultimamente sono riuscito ad eliminare il caffè (la mia principale droga) e mangio saltuariamente un po’ di formaggio. In passato soffrivo di psoriasi ed eruzioni cutanee, da attribuire al mio stile di vita errato. Dormivo poco, bevevo 3 caffè al giorno, mangiavo carne (seppur pochissima e mai carni rosse), ed ero sempre fiacco. Anche se conoscevo i benefici di mangiare frutta e verdura cruda (la mia compagna lo è da anni), non riuscivo a fare a meno di quei vizi rovina salute.

UN DIGIUNO DURISSIMO MA E' VALSA LA PENA

Ultimamente ho deciso di dare un taglio netto al passato (ammetto che è stato difficile soprattutto inizialmente. Le sue tesine sono state per me valida fonte di ispirazione e di coraggio, e ho fatto tre giorni di digiuno per purificarmi. Devo ammettere che sono stati i giorni più difficili della mia vita. Ho lottato e lo posso giurare, in preda a crampi, nausea e febbre, ma adesso, a distanza di qualche mese, sto avvertendo enormi benefici.

ERUZIONI CUTANEE FINALMENTE IN VIA DI RISOLUZIONE

Molte eruzioni che avevo sulle braccia e sulla schiena sono sparite, e altre si sono schiarite moltissimo! Non soffro più quel prurito micidiale che mi faceva abusare di creme deleterie che non risolvevano la causa!

RENELLA E DOLORI RENALI

Purtroppo soffro di renella (in entrambi i reni) e di dolori renali che mi affliggono tutt'ora. Non sono delle vere e proprie coliche, ma sono molto fastidiosi, e in passato mi hanno fatto abusare di antinfiammatori. Secondo lei, quanto può influire bere dell'acqua distillata? Come posso fare ad eliminarla? Ci può essere un collegamento con le eruzioni cutanee?

LA DIETA PRO-GRASSO E PRO-COLESTEROLO DEL DR PERUGINI BILLI

Volevo sapere inoltre se era a conoscenza di un certo Dott. Perugini Billi, specializzato in ayurveda e fitoterapia, e cosa ne pensa lei riguardo alle sue fantomatiche teorie. Questo dottore sostiene che mangiare grassi (quali burro, strutto, lardo, uova, pancetta), da sempre presenti nell'alimentazione umana, arrechi beneficio alla salute. Addirittura sostiene che i grassi saturi non siano causa di malattie cardiovascolari, anzi, che essi aiutino ad assorbire meglio le vitamine! Mentre una dieta povera di grassi non faccia vivere più a lungo.

IDIOZIE A FAVORE DELL'AMICO MACELLAIO?

Non le sembra strano che un "naturopata", il quale dovrebbe in primis dare il buon esempio, possa scrivere tali idiozie. Sarà solo questione di marketing per vendere i suoi libri, o forse ha un amico macellaio che a causa della crisi economica dovrà chiudere i battenti (http://www.dottorperuginibilli.it/index.php, http://www.dottorperuginibilli.it/index.php/libri/75-mangia-grasso-e-vivi-bene). Cordiali Saluti.
Alessandro

*****

RISPOSTA

IL GIOGO DELLA CAFFEINA

Ciao Alessandro, Complimenti per la determinazione con cui hai superato il momento più difficile della fase eliminativa. Da quello che mi dicono diversi digiunatori, il distacco dal caffè comporta davvero qualche sofferenza in più, a riprova del carattere altamente dopante della caffeina. Ovvio che la fase di scarico tossine non è finita lì. La detossificazione procede a ondate e con buon ordine, essendo gestita dall'intelligenza interna del corpo, ovvero dal sistema immunitario. Risolta la questione caffeina, sta ora corrodendo e disgregando progressivamente i calcoli che si erano formati ai reni e probabilmente alla cistifellea.

ORA SEI NELLA FASE DISGREGATIVA DELLE PIETRE RENALI

L'accumulazione di calcoli è silenziosa, mentre la disgregazione si fa sentire. Chi crede di risolvere le calcolosi con gli ultrasuoni non sa i rischi che corre. Non è la prima volta che mi informano di calcoli frantumati in zona fegato che vanno a formare altri calcoli in zona renale. La natura procede lenta e per gradi, polverizzando i calcoli ed espellendoli in progressione.

DUE PAROLE SUL FORMAGGIO E SUL FAT INSTINCT

Se c'è un periodo dell'anno dove il "fat instinct" (l'istinto e la voglia di grasso) si fa sentire, questo è proprio il momento presente, i giorni cosiddetti "della merla", caratterizzati da punte di freddo e di gelo. La parola "tendenziale" che uso nella mia dieta è riferita al crudismo e non al veganismo, per cui qualche compromesso con la cottura intelligente viene accettato (patate, zucche, cavolfiori, cavolini, legumi, cereali integrali, pasta integrale e pizza sottile). Tuttavia, in questi giorni si potrebbe concedere qualcosa di "animale" a chi non ce la fa.

IL FORMAGGIO A CRUDO DELLE MALGHE COME

Questo qualcosa è sicuramente il formaggio a crudo delle malghe, stile i tomini di Saluzzo e simili. Ogni regione d'Italia ha le sue specialità. La bontà gustativa di questi prodotti è innegabile. Il formaggio è poi il massimo come stronca-fame, tutti lo sappiamo e lo possiamo sperimentare. Spalmarlo o affettarlo sul panino vegano con tante foglie verdi e il peperone, la melanzana, il pomodoro secco, il carciofino e le noci, diventa qualcosa di accattivante e di delizioso.
Chi sa usare i semini, i lupini, i cereali integrali, le mandorle e tutto quanto la natura ci offre, non ha bisogno di pensare al formaggio, al dolcetto e al salatino, questo è poco ma sicuro.

IL RISCHIO DEL REINSERIMENTO CASEINICO

Ovvio che ci sono due considerazioni da farsi. Primo, non è facile tenere sotto controllo queste abitudini, per cui si rischia di reinserire il latticino nella dieta, e questo non va bene. Stroncare la fame con la caseina che incolla i villi e acidifica il sangue non è mai un'operazione sana ma solo un'operazione di gusto irresistibile per il grasso e per l'alimento concentrato che supplisce a carenze caloriche da clima e da errori precedenti, da fame cellulare arretrata che bussa al sistema immunitario chiedendo compensazioni. Tipici sono i tuffi notturni nel formaggio o nella nutella.

ENORME DIFFERENZA TRA ANIMALI LIBERI E FELICI E ANIMALI TORTURATI E GIUSTIZIATI

Secondo, c'è il discorso dell'armonia e dell'etica animalistica. Sapessi che gli ovini, i caprini e i bovini che ci regalano tali prodotti vengono rispettati e premiati, concedendo loro almeno il diritto sacrosanto a vivere, potrei accettare anche per me medesimo qualche piccolo strappo alla regola. Consumare il formaggio di animali che brucano l'erba felici e spensierati nei prati di montagna è cosa assai diversa del mandar giù il formaggio di povere anime torturate e magari già sottoposte alla legge del macello.

A FEBBRAIO UN OCCHIO SI PUO' ANCHE CHIUDERE

In ogni caso, qualche piccolo compromesso stagionale può anche essere previsto e non mette in discussione lo status virtuale di vegani, soprattutto se il tutto viene fatto con coscienza ed entro i limiti sopra descritti. Non è il cedimento casuale o il compromesso casuale che contano, quanto la coerenza in linea generale. I sensi di colpa vengano quando hanno seria ragione di essere, e non su queste banalità. Trovassi un vegano costretto a passare una vacanza in un iglù della Lapponia, e con in tasca del baccalà, non troverei argomenti per criticarlo.

PURTROPPO ESISTONO ANCHE LE FOLLIE DIETOLOGICHE

Quanto alla dieta Perugini Billi, è in perfetta linea ed armonia con Atkins, con la Zona, coi Gruppi Sanguigni, con la Mediterranea Moderna, la Lemme, la Dukan, la Montignac, la Albanesi, la Tisanoreica e le altre demenze dietologiche chiamate low-carb (a bassi carboidrati). Diete anti-vita, diete cioè basate sul dare al motore una benzina totalmente diversa da quella giusta stabilita dal costruttore. In pratica si tratta di forzata e innaturale denutrizione, con ovvia perdita di peso e di salute, con resistenza alimentare concessa dagli integratori e dai caffè, e con accumulo nel corpo di pesante stock tossico che nei mesi a venire produce grande sete e ripresa del peso perduto.

UN IMMONDEZZAIO GIA' STRONCATO DA TEMPO NEL PAESE D'ORIGINE

Tutto questo immondezzaio è stato già smentito, demonizzato, sconfitto da 10 anni nella patria di origine che è l'America. Stroncato non solo dalla gente che conta, ma persino da tutte le autorità mediche. Continua a trovare ignari babbei, anche in abbondanza, nelle colonie e nelle periferie del mondo. Mi rendo conto di essere assai duro con gli avversari e di generare così dei sentimenti negativi, cosa che vorrei evitare. Ma lo faccio a fin di bene, per evitare che la gente cada nei tranelli e venga poi a piagnucolarsi addosso. Lo schema nutrizionale che propongo, quello vegano tendenziale crudista, è realistico, ha 3000 anni di vita, è adattabile e personalizzabile, non è affatto estremista e fanatico, non presenta alcun rischio e alcun effetto collaterale negativo.

UNA DIETA PRO-GRASSO IN ANTITESI CON LO SCIBILE, L'ESPERIENZA E LA LOGICA

Una originalità e un andare controcorrente. Ma anche un’autentica follia, mi perdoni il dr Perugini Billi che non conosco. Una dieta la sua in antitesi totale col disegno gastrointestinale umano. In antitesi non solo con le cliniche igienistiche di Alec Burton (Australia), di Frank Sabatino e Ralph Cinque (USA), ma in particolare con le due cliniche private non-igienistiche di maggior successo mondiale (70 mila guarigioni in 25 anni), quali sono i Pritikin Longevity Centers di Miami (Florida) e Santa Monica (California), diretti dal dr Robert Pritikin, figlio di Nathan Pritikin, il leader mondiale della lotta al grasso.

GENTE CHE ENTRA IN CARROZZINA ED ESCE CORRENDO SULLE SUE GAMBE

"The kind of diet and lifestyle that could save all of us from the epidemic of cardiovascular disease which ravages our country" (Il tipo di dieta e di stile di vita che potrebbe salvarci tutti dall'epidemia di malattie vascolari che sta mettendo in ginocchio l'America), ha dichiarato William Castelli, medical doctor del Framingham Cardiovascular Institute, a proposito di quanto sperimentato di persona ai Centri della salute Pritikin.

GLI OMEGA-3-6-9 DI TIPO NATURALE E NON ITTICO SONO INDISPENSABILI

I grassi polinsaturi chiamati anche vitamina F o se vuoi Omega-3-6-9, o prostaglandine, sono sicuramente necessari nell'alimentazione umana. Vanno dunque inclusi e si trovano abbondanti e completi, e soprattutto digeribili ed assimilabili, in tutta la frutta da guscio, nelle leguminose (specie germogli di soia ed alfa-alfa, specie nei lupini), specie nei semini vari e negli oli di oliva-sesamo-lino-vinacciolo-mais estratti a freddo.

SERVONO SETACCI DALLE MAGLIE SOTTILI E ACCURATE SELEZIONI

Chi ricorre invece agli Omega-3 da integrazione ittica farebbe invece bene a leggersi miei articoli come "Il pianeta pesce e gli Omega-3" del 13/2/09, "David Servan-Schreiber, il guru degli Omega-3", dell11/8/11, “Ubriachi di zona, di eicosanoidi e di sangue marino”, del 7/10/09 e "Omocisteina Barometro funzionale del corpo umano". Quanto a Internet, è come un mercato arabo. Ci trovi davvero di tutto. Occorre usare buoni setacci selettivi ma soprattutto testa e cuore, cuore e testa, spirito di ricerca-verità, scienza e non ciarlataneria medica o anti-medica, scienza libera e non legata alla promozione commerciale di qualche prodotto, o alla difesa di grossi interessi precostituiti.

Valdo Vaccaro

domenica 29 gennaio 2012

VASCULITE GUARITA E ONICOMICOSI DA RISOLVERE

LETTERA

GRANDI RISULTATI PER TUTTI E LA CRISTINA HA RIPRESO A CAMMINARE

Ciao Valdo,spero riuscirai a leggere questa mail. Ti avevamo scritto anche prima delle feste di Natale per farti sapere i grandi risultati di guarigione ottenuti dopo il nostro primo anno di alimentazione vegano/crudista. Soprattutto da Cristina che non camminava più a causa di una vasculite alle caviglie, e che ora è guarita.

UNA VECCHIA ONICOMICOSI TRASCURATA

C'è però una onicomicosi all'unghia dell'alluce sinistro. Un’unghia tutta deformata, la sua. E' così da almeno tre anni. Brutta, storta e nera. In parte sollevata come quella di una strega, ed ora le fa anche male. Cosa possiamo fare? Vorremmo inoltre contribuire alla tua causa ma, se possibile, attraverso un normale bonifico bancario. Ti dobbiamo tanto, e non vediamo altro modo per poterti dimostrare il nostro grande affetto.
Ti abbracciamo Ignazio Cristina e Giulia.

*****

RISPOSTA

CONTINUO AD ACCUMULARE MAIL

Scusate il ritardo nella risposta ma la vostra mail è finita tra le 750 che non riesco ancora a smaltire. Non servono bonifici. Accetto invece il vostro affetto.

GLI ALLUCI VANNO CURATI

L'onicomicosi tricofitica colpisce in genere le unghie del piede ed in particolare gli alluci, e provoca non pochi fastidi se non curata in tempo, con ispessimenti, decolorazioni, incarnamenti.
Trattasi sempre di sintomi, causati da qualche carenza di micronutrienti, a volte da diabete e da iperidrosi podale (/sudore ai piedi). L'alimentazione vegano-crudista migliorerà la situazione in modo progressivo. Utili in particolare carote, cavolfiori, cicorie, arance, banane, limoni, crema di avena coi semini vari e col germe di grano.

ATTENZIONI SPECIFICHE

Occorre anche procurarsi calzini comodi e calzature adatte. Si suggerisce di tagliare le unghie sempre in modo quadro. Impacchi umidi, bagni caldi alternati a bagni freddi, meglio se con acqua e sale. Sfregare le unghie con del limone. Cataplasma di fango sull'unghia durante la notte. Cataplasma di cavolo durante il giorno. Respirare meglio, muoversi e prendere il sole quando c'è.

Valdo Vaccaro

ADENOIDI EVITATE E PUSTOLE DA RISPETTARE

LETTERA

LA MIA BAMBINA E' GUARITA PERFETTAMENTE DALLE ADENOIDI SENZA OPERAZIONI E SENZA FARMACI

Ciao Valdo, scusa se ti disturbo ma non ho trovato niente nelle tue tesine su questo argomento! Ci eravamo sentiti l'inverno scorso per le adenoidi della mia prima figlia di 5 anni che dovevano essere operate ma il cambiamento di dieta (anche se parziale purtroppo), unito ad una buona stagione al mare, hanno risolto il problema!

LA SECONDA BIMBA E' NATA CON DELLE PUSTOLETTE, CHE I MEDICI VOGLIONO CURARE CON L'ANTIBIOTICO

Ora ti disturbo (so che sei oberato di richieste ma ci provo ugualmente e capisco benissimo se non ce la farai a rispondermi) per la mia seconda figlia Asia. E' nata con uno sfogo sulla pelle, delle pustoline, che i medici vogliono curare con l'antibiotico Augmentin.

A ME PARE UNA BESTEMMIA

La bimba è allattata esclusivamente al seno, ed a me sembra una bestemmia usare un antibiotico per una bimba di pochi giorni con la flora batterica in formazione e con le difese immunitarie fornite dal buon latte della mamma. Dal secondo giorno di vita (il momento peggiore delle bolle) queste sono andate diminuendo. Ora sono al 5° giorno e, pur se molto ridotte, alcune sono ancora presenti. Ti invio una foto. E' proprio necessario darglielo secondo te darle l'antibiotico?

ATTENDO RISPOSTA IN TEMPI RAPIDI

Spero in una tua risposta in tempi rapidi perché in breve tempo devo decidere e far fronte alle pressioni di medici e moglie e vorrei il tuo conforto. Ti rinnovo comunque i complimenti per il tuo splendido lavoro e per lo splendido blog che tieni! Grazie.
Francesco da Firenze

*****

RISPOSTA

SALVATE LE ADENOIDI? MA CHISSA' CHE RISCHIO HAI FATTO CORRERE A TUA FIGLIA!

Ciao Francesco, complimenti per le adenoidi salvate. Ma pongo anche a te una domanda. Sei sicuro di rivolgerti alla persona giusta? Mi stanno contestando e qualificando come economista e ciarlatano. O come concorrente sleale che invade il campo altrui, scordando che non prescrivo nulla, che non curo e non guarisco, ma insegno semplicemente l’autoguarigione non-curativa sul sintomo, tecnica e filosofia millenaria del non-farmaco, del non-bisturi e del non-intervento invasivo.

I MEDICI SONO I PIU' INDICATI, I SOLI A SAPERE TUTTO E DARTI OGNI POSSIBILE GARANZIA.

Per non avere problemi dovrei dirti che non so un tubo e che la cosa migliore da farsi è seguire quanto ti stanno proponendo i medici. Dopotutto loro sì che hanno studiato 6 anni. Loro sì che conoscono a menadito il corpo umano! Loro sì che sanno sul da farsi per salvare le tue creature!
Mi chiedo il perché mi state scrivendo in tanti. Vi ho forse ammaliati con dei filtri e delle pozioni psicologiche inviate per telepatia?

LE PAROLE DI HERBERT SHELTON: VIA OGNI TRATTAMENTO MEDICALE AI LATTANTI

E allora, per non dire cose strampalate, uso le parole di Herbert Shelton, prese da "The Hygienic care of children", che generazioni di mamme americane consultano regolarmente. "Never drug your child and never permit anyone else to do so. Don't use soaps, salves, lotions, creams, antiseptics, antibiotics on the child. If already done, cease using these things. Local treatment is valueless in skin disease. Skin disease, except where due to mechanical or thermal causes, are not local trouble" (Mai medicalizzare il neonato e mai permettere ad alcuno di farlo. Vietato usare saponi, salviette, lozioni, creme, antisettici e antibiotici sui lattanti. Se già fatto, cessare immediatamente ogni trattamento locale, che danneggia e non ha alcun valore, visto che il problema, salvo incidente o scottature, sta da altre parti).

NATURA MEDICATRICE, DOVE IL CORPO NON VA MAI CONTRO SE STESSO

Qualsiasi eruzione o alterazione della pelle evidenzia uno stato di impurità interna e un tentativo di purificazione in corso.
E' addirittura auspicabile che ci siano queste eruzioni, essendo esse segno di un sistema immunitario reattivo. Un sistema che, lungi dal produrre le malattie auto-immuni immaginate dalla medicina, manda fuori tossine dannose, sempre a vantaggio del corpo umano. "La natura è sovrana medicatrice di tutti i mali", firmato Ippocrate. Medicatrice e non ammalatrice o iatrogena! Qualcuno dirà che ho bestemmiato!

Valdo Vaccaro

sabato 28 gennaio 2012

DA PALESTRA CARNIVORA A PALESTRA VEGANA

LETTERA

MUSCOLI E FORZA FISICA COME OBIETTIVO DI PARTENZA

Ciao Valdo sono un ragazzo di 21 anni, e da 2 mesi circa sono vegano, da 1 mese al 90% fruttariano (sopratutto grazie a te). Come molti altri ragazzi della mia età ho iniziato presto a fare palestra e bodybuilding. Partito con l'idea di voler aumentare di forza e di peso all'età di 17 anni mi sono poi imbattuto in tutto ciò che il mondo della cultura fisica ti propina.

CARNE E INTEGRATORI CON MOLTI DUBBI SU QUANTO STAVO FACENDO

Essendo che in quel mondo del fitness gira tutto sull’alimentarsi ed allenarsi con l'unico scopo di aumentare la massa muscolare, ho passato più di 3 anni a strafogarmi di carne e, ovviamente, di integratori. Nell’ultimo anno devo dire che la mia mente si è aperta un po’ e ho iniziato, per mia fortuna, a dubitare su quello che stavo facendo.

UN GRANDE TUFFO NEL VEGANISMO FRUTTARIANO

Gli eventi poi mi hanno portato a conoscere il veganismo, il perché i prodotti animali non siano ideali per l'uomo, e come la frutta sia il cibo perfetto per gli essere umani. Attualmente mi alimento praticamente di sola frutta, mangio solo quando ho fame (al contrario di quando avevo la mente confusa dal bodybulding) e sono in costante movimento tutto il giorno. Inutile dirti come mi sento perché già lo sai. Posso solo dirti grazie per gli insegnamenti che mi hai dato.

DOMANDA SULLA B12

La frutta che mangio la lavo perché, con tutto quello che ci spruzzano sopra gli agricoltori, non sarebbe una buona idea mangiarla come sta. La mia domanda riguarda la vitamina B12. Secondo te in un mondo immaginario dove tutto cresce spontaneamente senza chimica nel terreno e nell'aria, la frutta sugli alberi ha sulla superficie della buccia una strato di batteri "buoni" capaci di dare la B12 a noi umani?
Ottavio

*****

RISPOSTA

NON SI RINCORRONO LE SOSTANZE INDIVIDUALMENTE

E' già sbagliato partire con l'idea di una singola sostanza in testa, visto che il corpo di gruppi di sostanze in sinergia e associazione, in base alla legge del minimo di Liebig. Conosciamo soltanto 50 vitamine su oltre 15000 tutte da scoprire. Dovessimo preoccuparci delle vitamine conosciute, sarebbe più logico parlare di Vitamina-C ed E naturali (antiscorbuto), e delle B1 antiberiberi, della B2 antianemica, della B3 antipellagra, sempre in versione naturale. La B12 poi appartiene al gruppo B, per cui è intimamente correlata alla B2, alla B6 e alla B9. Dovunque si trova il gruppo B si trova anche la B12, anche se in quantità impercettibili, proporzionate comunque alla risibile quantità necessaria. Ti allego qualche mio scritto precedente al riguardo. Quello della B12 è a mio avviso un falso problema.

LA DIETA VEGANO-CRUDISTA A VASTO RAGGIO NON HA BISOGNO DI INTEGRAZIONI

Il consiglio comunque è di continuare sulla strada intrapresa, includendo nella tua dieta la crema di avena con aggiunta di germe di grano, semini vari (sesamo, girasole, zucca, lino, ecc), bietole, lupini, pinoli, mandorle, patate, topinambur e verdure a foglia verde (cavoli, crescione, ortica, tarassaco, cicorie), nonché dei cereali integrali, badando a soddisfare il bilancio calorico, senza cercare individualmente alcun micronutriente.

Valdo Vaccaro

CISTE RETROAURICOLARE

LETTERA

INCISIONE, DRENAGGIO, ANTIBIOTICI E PROSPETTIVA CHIRURGICA

Ciao Valdo, Ti scrivo per chiederti un consiglio: un'amica da tempo aveva un piccola ciste dietro l'orecchio, pensando fosse sebo ha provato a schiacciarla, procurandosi gonfiore. Si è recata al pronto soccorso dove, ovviamente, gliel'hanno incisa applicandole un drenaggio, le hanno prescritto antibiotici e infine le hanno consigliato di asportargliela con intervento chirurgico.

COME EVITARE IL BISTURI

Erika, la mia amica, è vegetariana, nonostante le mie pressioni-consigli di diventare vegana, è spaventata perché non vuole ricorrere alla chirurgia. Cosa posso consigliarle per evitare l'intervento chirurgico? E soprattutto evitare che si gonfi di nuovo! Ho pensato al fango visto che ho ottenuto ottimi risultati applicandolo alla mano di mia madre molto dolorante a causa di un'infiammazione. Ti ringrazio anticipatamente per la tua disponibilità e per i tuoi preziosi consigli! Go Vegan!
Barbara

*****

RISPOSTA

FIDARSI SEMPRE E SOLO DEGLI SPECIALISTI

Ciao Barbara, ti fidi davvero? Tra i tanti insulti e le minacce che mi stanno arrivando per l'articolo sulla colite di un bambino, c'è anche una lettera apparentemente pacata ed educata dove si dice che viviamo in una società specializzata. Problemi legali va dall'avvocato, problemi di strutture murarie vai dall'ingegnere, problemi di salute vai dal medico che ha studiato il corpo umano per 6 lunghi anni e che pertanto nessuno al mondo potrà meglio di lui conoscere e risolvere i tuoi problemi. Un discorso che non fa una grinza e che approvo. Io stesso non andrei mai da un panettiere a farmi riparare un dente, o da un calzolaio per farmi dare un paio di occhiali da vista.

SALUTE PROPRIETA' ESCLUSIVA DELL'ORDINE MEDICO

Che cavolo vuoi che sappia un laureato in economia, in filosofia e in naturopatia? Un parere qualificato, legalizzato, sicuro, garantito, te lo può dare soltanto un medico. Esiste solo una medicina al mondo, quella ufficiale e niente altro. Tutto il resto è vuota ciarlataneria. Bisturi, farmaco e rimozione. Poco importa se le sue cure sono tutte rivolte al sintomo. Poco importa se si disinteressa della vera patologia, Poco importa se i risultati mettono i medici in cima alla scala ei più malati tra tutte le categorie professionali. Questa è la risposta.

CIARLATANERIA PROPORZIONALE AL PEZZO DI CARTA ESIBITO

In un mondo di gente specializzata a fregarti, in un mondo stracarico di ignoranza camuffata con dei titoli di studio, esiste la categoria dei ciarlatani, quelli che pretendono di sapere senza sapere, di conoscere senza conoscere. Stanno in ogni angolo ed in ogni professione. I più pericolosi sono proprio quelli pronti a metterla sul piano del pezzo di carta, dell'ordine, della confraternita, del sindacato, dove il grado di ciarlataneria è proporzionale al grado di peso sociale, di presunzione e di arroganza individuale e di gruppo.

QUI SI VUOLE CHE TUTTI PREDICHINO MALATTIA E NESSUNO PARLI DI SALUTE

Sei ancora lì? Io vengo da un altro pianeta che si chiama Igienismo e Scienza della Salute. Poche carte e poche referenze. Non 6 anni ma 60 di comportamento salutistico coerente. Mai un farmaco e mai una pasticca drogante, mai un the, un caffè o una cola. vale forse la pena di ascoltare le mie scemenze? Se insisti te le dico, ma sottovoce. Che non si sappia in giro.

STIAMO ANDANDO OLTRE I LIMITI

Mio figlio William giocherellando sul computer è venuto a dirmi Papy, hai visto cosa scrivono di te? Ti stanno minacciando, parlano di denunciarti, ti danno del drogato, dell'incompetente, del farabutto. Sto davvero pensando se valga la pena continuare. Stiamo superando i limiti di guardia e i limiti di sopportazione. Sopporto tutto ma non l'ipocrisia, non la cattiveria, non gli energumeni.

RIMUOVERE LA CISTE NON RISOLVE IL PROBLEMA

Per la ciste della tua amica, vale il solito discorso di causa ed effetto ricordatomi dal dr Rick Cantrell (vedi mio articolo di stamane sul cancro). Rimuovere quella ciste non risolve probabilmente il problema e tornerà a rispuntarne un'altra. La cosa si ripeterà fino a quando non si va a capire il motivo per cui essa, SINTOMO CISTE, è venuta in esistenza.

LA RICERCA DEL FATTORE CAUSATIVO

La responsabilità del sintomo non va cercata intorno all'orecchio ma altrove. Va cercata in un FATTORE CAUSATIVO RESPONSABILE chiamato malattia vera, che nella stragrande maggioranza dei casi è una malattia da intossicazione alimentare e da complicazioni anche emotive.

DIGIUNO, CAMBIO RESPIRAZIONE E CAMBIO DIETA

Basta un buon digiuno ad acqua leggera, un miglioramento respirazione e movimento, nonché un radicale cambio dieta in senso vegano-crudista per ottenere dei risultati. Una scommessa? Mettiamola pure su quel piano, se è troppo noioso riascoltare per l'ennesima volta il meccanismo disgregativo dell'autolisi. L'applicazione di un cataplasma di fango e alternativamente di foglie di cavolo crudo, può dare una mano a togliere parte dell'infiammazione.

Valdo Vaccaro

RIVELAZIONI MEDICHE STRAORDINARIE SUL CANCRO

MESSAGGIO ALLA FAMIGLIA, AGLI AMICI E AL MONDO INTERO

Tutto parte da un documento scritto da Rick Cantrell, un medico oncologo americano ammalato di cancro che ha deciso di usare metodi di cura diversi da quelli convenzionali basati sulla chemio e su tutto il resto, e di condividere apertamente con la sua famiglia, gli amici e col pubblico mondiale, la sua terribile e raggelante esperienza.

CITTADINI DEL MONDO SVEGLIATEVI DAL VOSTRO PERICOLOSO TORPORE

Quando vi racconto è vero al 100% e lo sto dicendo alla gente che mi conosce da 15 anni a questa parte. Ma nessuno vuole ascoltarmi. Quasi fossi un deficiente. La gente del pianeta Terra ha bisogno urgente di una grossa scossa. Crede ancora alle favole della medicina eroica e tecnologica che il più delle volte fa del suo meglio per guarirti e magari ci riesce. Tutto questo è falso. La gente deve essere svegliata da questo pericoloso torpore.

TUTTE LE CURE MEDICHE ANTICANCRO VERTONO SUL BUSINESS

Non esistono terapie sul cancro, ma solo metodi per fare soldi, Trattasi di un enorme business industriale da 120 miliardi di US$ negli Stati Uniti soltanto e, secondo le ultime stime, da 600 miliardi di dollari nel mondo. Una marea di danaro che attrae irresistibilmente i rapaci di tutte le risme.

ZERO CURE E 10 ANNI DI SOPRAVVIVENZA, CURE MEDICHE E 5 ANNI SOLO DI VITA

Per le statistiche della American Cancer Society e dell’American College of Oncology and Hematology, un trattamento di successo significa che un paziente sopravvive 5 anni all’operazione.
Ma, nel contempo, entrambi gli enti citati ammettono che una persona cancerosa sopravvive al cancro dai 7 ai 10 anni dalla diagnosi SENZA FARE ASSOLUTAMENTE NESSUN TRATTAMENTO MEDICO. L’accesso giornaliero e sistematico a queste informazioni ce l’hanno ovviamente solo i medici e non i pazienti.

IL TUMORE NON E’ LA VERA MALATTIA MA SOLO IL SINTOMO, PER CUI NON SI DEVE TOCCARE

La medicina alternativa ha risultati 10 volte migliori di quella convenzionale medica nella cura del cancro. Occorre mettere in chiaro una cosa, e cioè che il tumore non è la malattia reale ma soltanto un sintomo di essa.

SCIENZA SIGNIFICA CAUSA ED EFFETTO, NIENTE ALTRO CHE QUESTO

La scienza è tutta una questione di causa ed effetto. Rimuovi la causa e l’effetto scompare. La cosa è di una chiarezza elementare.

PER I MIEI COLLEGHI MEDICI DOVEVO MORIRE ANCORA 3 MESI FA

Sono alla mia terza battaglia contro il cancro nel momento in cui detto questo messaggio. Non ho fatto nessuna chemioterapia, nessuna radioterapia, nessuna operazione in queste tre fasi terapeutiche. Sono sopravvissuto alla leucemia, al linfoma non-Hodkins e adesso ho il glioblastoma, che viene definito come una forma di cancro incurabile al cervello. In realtà i colleghi oncologi mi hanno dato 2 mesi di vita, ma questo 5 mesi fa.

GROSSI RISULTATI E SCOMPARSA DI DIVERSI TUMORI

Ho usato invece erbe della medicina Cinese, alte dosi di vitamina C, agopuntura, cure chiropratiche, omeopatia e modifiche nutrizionali. All’inizio sono stato peggio, e ci sono state metastasi ai linfonodi, ai polmoni e alle ossa. Ma nella settimana in corso posso annunciare con felicità che non c’è più presenza di cancro nel mio sistema linfatico e nemmeno nelle ossa, mentre i 6 tumori dei polmoni sono diventati due soltanto. I tumori al cervello si sono ridotti tremendamente.
Tutto questo, ribadisco, senza fare alcuna chemio, alcuna radiazione e alcun uso di strumenti.

NOTIZIE BOMBA SULLE SCELTE TERAPEUTICHE DEI MEDICI ONCOLOGI

Un’altra rivelazione che mi sento di dare al pubblico, e che televisioni e organi di stampa si guardano ben bene dal pubblicare, è che, ogni anno, dei 1000 oncologi in America che vengono diagnosticati cancerosi, meno del 10% di essi sceglie il trattamento medico che raccomandanoi e impongono ai loro pazienti!

ANCHE I PEDIATRI LA FANNO BRUTTA, EVITANDO DI VACCINARE I PROPRI FIGLI

La cosa è incredibile ma non sorprende. Ha infatti molto a che vedere con lo scandalo dei pediatri che impongono con estrema veemenza le vaccinazioni a tutti i bambini, mentre meno del 25% di essi sottopone i propri figli alle vaccinazioni stesse, ben sapendo come i grossi rischi di morte improvvisa e gli effetti collaterali conseguenti sono ben più malvagi delle malattie che si presumono di poter prendere. Queste non sono cazzate giornalistiche, ma la pura verità che vi rivelo direttamente da dentro i muri del palazzo medico.

MEDICINA E SALUTE STANNO SU PIANETI DIVERSI

La medicina convenzionale non ha nulla a che vedere con la salute umana. E’ qualcosa di assolutamente estraneo al benessere della gente. Trattasi di un sistema che invischia ed intrappola le persone, e soprattutto i disabili, gli anziani e i poveri in un regime di trattamenti mortali che li porta con molto anticipo in cimitero, Nel contempo i miliardari del jet-set, vista la mal-parata, espatriano verso cure alternative in Europa o da altre parti in cerca di cure alternative a quelle mediche.

QUANDO VIENE IL MOMENTO PARTIAMO TUTTI E NON SE NE PARLA PIU’

La medicina alternativa funziona sempre? No. Naturalmente no. Niente al mondo funziona sempre. Ma non ci sono ragioni per quello. Non muori finché non viene il tuo momento. Niente al mondo può farti vivere di più del momento per te predestinato.

LE MEDICINE ALTERNATIVE NON TI SALVANO, MA SOFFRI MOLTO MENO

Ad ogni modo la qualità della vita entra in gioco eccome. I pazienti che trattano il cancro con terapie alternative, muoiono ugualmente di cancro, ma almeno lo fanno senza eccessive sofferenze.
Sono almeno in grado di riconoscere e di salutare per sempre i loro familiari fino all’ultimo istante. Non dimagriscono paurosamente, come i disgraziati sottoposti alla chemio e alle radiazioni.
Disgraziati che peggiorano di giorno in giorno, per sentirsi dire dal medico frasi ridicole come “Ah, oggi ti vedo meglio di ieri!”, prima di rimandarti a ricevere l’ennesima bastonata mortale, l’ennesima seduta chemio.

LA COSA PIU’ CRIMINALE E’ CHE I MEDICI CONOSCONO BENE TUTTA QUESTA MERDA

Ho fatto un giuramento come medico e ho deciso di rispettarlo sempre. La cosa non mi ha permesso di collezionare dei successi finanziari, proprio per il fatto di aver rifiutato di seguire tutte le porcate imposte dalla medicina convenzionale. Prima di andarmene e naufragare, chiedo ai cittadini superstiti di leggere con attenzione 15 punti-chiave sul cancro, in quanto possono fare la differenza circa il modo di concludere la loro avventura terrena.

Rick Cantrell, PhD, MD, PsyD

*****

DOCUMENTO DELLA JOHNS HOPKINS UNIVERSITY (MEDICAL SCHOOL)

(DOPO ANNI DI CONTINUE FALSITA’ SULLA CHEMIO CHE SAREBBE STATO L’UNICO MODO PER ELIMINARE IL CANCRO, LA JOHNS HOPKINS COMINCIA FINALMENTE A DIRE CHE ESISTONO DELLE ALTERNATIVE)

AGGIORNAMENTO AL 2012 DELLA JOHNS HOPKINS SUL CANCRO

1) Ogni persona ha cellule cancerogene nel corpo. Cellule che non si rivelano agli strumenti fino a quando non si moltiplicano a quantità milionarie. Quando i medici ti dichiarano guarito dopo un trattamento, dicendoti che non hai più cellule cancerogene, significa solo che il test finale non ha rilevato le medesime in quanto non hanno ancora raggiunto la quantità adatta al rilevamento.
2) Attacchi cancerogeni avvengono in media a tutti i soggetti dalle 6 alle 10 volte nel corso della vita.
3) Quando il sistema immunitario di un soggetto è forte, le cellule cancerogene vengono distrutte e si impedisce una loro proliferazione e una loro creatività tumorale.
4) Una persona col cancro rivela deficienze nutrizionali dovute a ragioni genetiche, ambientali, cibarie e comportamentali.
5) Per superare le molteplici deficienze nutrizionali, è suggerito il cambio verso una dieta più adatta e più salutare, basata su 4-5 pasti al giorno e sull’uso di supplementi.
6) La chemioterapia avvelena le cellule cancerogene in rapida proliferazione, ma distrugge anche le cellule sane del midollo spinale e di tutti gli organi interni del corpo.
7) La radioterapia distrugge le cellule cancerogene ma nel contempo brucia e scarnifica cellule sane dei vari organi.
8) Nella parte iniziale del trattamento, chemio e radiazioni le dimensioni del tumore si riducono. Ma comunque l’uso prolungato di chemio e radiazioni non risulta offrire ulteriori distruzioni del medesimo.
9) Quando il corpo ha troppo contenuto tossico da chemio e radiazioni, il sistema immunitario è già compromesso o distrutto, per cui la persona tende a soccombere alle infezioni e alle complicazioni.
10)Chemio e radiazioni possono favorire una mutazione delle cellule rendendole resistenti e difficili da distruggere. La chirurgia può causare proliferazione delle cellule cancerogene in altre parti del corpo.
11)Un modo efficace di combattere le cellule cancerogene è di non alimentarle coi cibi di cui hanno bisogno per moltiplicarsi. Le cellule cancerogene si nutrono di:
a)SOSTITUTI DELLO ZUCCHERO, come NutraSweet, Equal, Spoonful, cole senza
zucchero, ecc, tutti a base di ASPARTAME.
b)LATTE, che causa produzione di muco, specie nel tratto intestinale. Sostituendo il latte bovino col latte di soia le cellule cancerogene non vengono nutrite.
c)CARNE ACIDIFICANTE. Le cellule cancerogene amano l’ambiente acido.
Piuttosto che carne, contenente antibiotici, ormoni della crescita e parassiti, meglio scegliere pollo o pesce.
d)Una dieta fatta dall’80% di vegetali crudi e di succhi freschi, da cereali integrali, semi, noci e frutti di bosco rende il colpo alcalino e non vulnerabile al cancro. Il 20% di cibo cotto può andar bene includendo i legumi. I centrifugati di tuberi e vegetali vengono assorbiti immediatamente e in 15 minuti sono in grado di raggiungere le cellule e nutrirle. Per ottenere enzimi vivi e cellule sane bevete succhi freschi di
vegetali e consumate vegetali crudi 3 volte al giorno (gli enzimi si distruggono già a 40°C).
e)Evitare caffè, the, cioccolata che contengono caffeina. Il the verde è una migliore alternativa essendo pure anticancro. Bere acqua pura, evitando acque tossiche. Evitare l’acqua distillata.
12)Le proteine della carne sono difficili da digerire e richiedono molti enzimi. I residui carnei rimasti nell’intestino vanno in putrefazione e causano accumulazioni tossiche nel corpo.
13)Le cellule cancerogene hanno un guscio protettivo spesso. Se evitiamo di consumare carne, gli enzimi potranno attaccare meglio tale scorza esterna.
14)Alcuni integratori servono a rafforzare il sistema immunitario (IP6, Flor-essence, Essiac, antiossidanti, vitamine, minerali, EFAs, ecc). Altri supplementi come la vitamina-E causano apoptosi o programmata morte cellulare.
15)Il cancro è malattia della mente, del corpo e dello spirito. Uno spirito attivo e positivo aiuta a combattere il cancro.

*****

(COMMENTO VV AL TESTO DEL DR CANTRELL)

UNA TESTIMONIANZA DIRETTA, SENZA RETE E SENZA PRECEDENTI

Documento eccezionale davvero dal punto di vista umano e anche come testimonianza medica sincera e drammatica. Quanto al contenuto tecnico ho diverse cose da obiettare. Prima di tutto la scelta di adottare cure alternative a quelle mediche, ma sempre cure, nonostante il riconoscere che il tumore è solo un sintomo. Il fatto poi che con tali cure si muoia lo stesso non è certo consolante.

CI SONO ANCHE DELLE INCONGRUENZE E DEI GROSSI ERRORI NELLE SCELTE ALTERNATIVE DI QUESTO CORAGGIOSISSIMO MEDICO

Siamo d’accordo che, quando è il momento va bene andarsene al meglio e non al peggio, ma occorre giocare bene le proprie carte, selezionando con criterio metodi preventivi e guaritivi.
Non è affatto uguale curarsi omeopaticamente e affrontare radicalmente il problema. Non è affatto uguale cincischiare tra verdure, pozioni orientali e integratori, e applicare invece rigorosamente e coerentemente quella legge di causa ed effetto in cui tanto crede.

IL VIVERE TRA GLI ONCOLOGI GLI HA IMPEDITO DI CONOSCERE L’ALTERNATIVA GIUSTA, QUELLA CHE STA NON IN FANTASIOSE LOCALITA’ EUROPEE MA NELLA SUA STESSA AMERICA

E’ sorprendente che il dr Cantrell non abbia provato, stando in America, una soluzione igienistica a portata di mano. Cose assurde ma che accadono. Evidentemente, quando era sano ha fatto come tutti i medici, guardando alle cliniche igienistiche come si trattasse di Satana. Poi, ammalatosi, non ha avuto tempo per soppesare qual’era veramente la strada giusta, e si è accontentato di qualsiasi evitare la chemio. Simpatizzo per lui e gli auguro di guarire, ma l’unica cosa di buono delle nuove cure che ha in dotazione è il cambio dieta e, forse, qualcuna delle erbe cinesi.

*****

(COMMENTO VV AI 15 PUNTI DELLA JOHNS HOPKINS UNIVERSITY)

SBAGLIATO TUTTO SI RICOMINCIA DACCAPO, CON ALTRI PASSI FALSI

Sono davvero sbalordito di quanto gli americani siano indietro a livello culturale sull’intera faccenda del cancro. I 15 punti rivelano pecche e lacune conoscitive incredibili.
La Johns Hopkins, dopo aver poggiato per anni tutte le sue forze sulla chemio, ha riconosciuto in pratica di aver sbagliato tutto e ha ammesso diverse cose.

INCREDIBILI LACUNE DELLA “AVANZATA” CULTURA MEDICA AMERICANA

Ma un documento come questo, emanato da uno dei più rappresentativi atenei americani, con 15 punti dettagliati e l’evidente ansia di risistemare il tutto, inserendo qua e là qualche tappa presa dalla opposizione igienistica, mette ancora di più a nudo le incongruenze e l’arretratezza culturale della medicina americana e conseguentemente della medicina mondiale.

RIPARAZIONI D’EMERGENZA CON PRESE DI CEMENTO RUBATE AGLI AVVERSARI

Non è affatto l’espressione di una nuova base ideologica-operativa coerente da cui ripartire, ma il misero tentativo raffazzonato di salvare il salvabile, iniettando qua e là nelle grosse fratture e nelle grosse falle conoscitive precedenti, del cemento raccogliticcio preso dalle ultime ricerche del China Study e dagli odiati igienisti d’America.

UN PUGILE SUONATO CHE CERCA DI RIALZARSI

Qualcosa di molto simile a un pugile suonato dal KO che cerca di rialzarsi e barcollando, vedendo stelle e provando sintomi di capogiro, cerca di ragionare e di trovare nuovi equilibri e nuove scuse per dire che è sempre lui il più forte e il depositario della verità.

VEDIAMO ASSIEME I PUNTI CRITICI SALIENTI

1)Dal punto 1 al punto 3 incluso il discorso è accettabile.
2)Al punto 4 usa già il termine genetico, dimostrando di essere ancora su posizioni astruse e superate (la stessa genetica in forte crisi sta rivedendo tutte le sue concezioni, dopo la scoperta della variabilità dei geni).
3)Al punto 5, dice di alimentarsi salutisticamente 4-5 volte al giorno (frase generica) e di includere integratori al fine di rafforzare il sistema immunitario (la salute per la Hopkins significa dunque pasticche chimiche correttive e non cibo corretto).
4)Dal punto 6 al 9 incluso il discorso è accettabile.
5)Al punto 10 si parla di cellule mutagene che diventano resistenti e difficili da colpire.
Tutta la posizione della Hopkins rimane legata alle cellule cancerogene, che sono la base ideologica della vecchia oncologia americana su cui si è basata la funesta guerra nixoniana al cancro, risoltasi con un fallimento totale. Le ricerche di questi ultimi anni hanno evidenziato come invece non esistano differenze cellulari specifiche, per cui non ci sono cellule normali e cellule cancerogene, ma solo cellule normali in sovrannumero ricrescenti su quelle precedenti che il sistema immunitario e il sistema linfatico non sono riusciti a mandar fuori per scarsa potenza metabolica, per pigrizia cronica del sistema cellulare a ripulirsi in tempo.
Ma la storiella delle cellule cancerogene è come la storiella dei mostri virali e dell’Aids. Produce ancora soldi, grazie all’ignoranza e all’imbecillità dei politici e degli stati, disposti ancora a sovvenzionare la medicina con i soldi presi ai contribuenti, e merita essere tenuta in piedi e in auge.
6)Ai punti 11a e 11b, parla di alimenti cancerogeni citando zuccheri, sali da cucina e latticini, ma lo fa in modo troppo sintetico e generico. Al punto 11c cade in pieno ridicolo, in evidente confusione mentale, condannando la carne come creatrice di ambiente acido, ma salvando i polli e il pesce (che producono acidità al pari se non di più della carne bovina e suina). Il punto 11d invece è tutto preso dall’igienismo e parla di un 80% di cibi crudi e 20% di cotto (incluso legumi), visto che bastano 40°C per distruggere i food-enzyme, per cui servono tanti succhi di frutta e tuberi vivi e servono verdure crude 3 volte al giorno. Al punto 11e demonizza caffè-the-cacao ma salva il the verde (cosa assurda ma redditizia), e demonizza anche l’acqua distillata, rivelando come alla Hopkins ci sia forte presenza di radici ortomolecolari (Linus Pauling), di radici macrobiotiche (Oshawa), di radici orientaleggianti e giapponesi (Shinya e acqua Kangen), di storiche radici anti-igienistiche difficili da
dimenticare ed estirpare.
7)Il punto 12 è tutto igienistico, e parla di residui di proteine nobili che portano putrefazione e corruzione tossica all’intero sistema (come dire alla Hopkins stanno diventando vegano-crudisti al pari di Bill Clinton). Il punto 12 potrebbe averlo scritto per intero l’odiatissimo nemico della medicina ufficiale Herbert Shelton, se non Ehret o Lezaeta.
8)Al punto 13 ribadiscono il concetto della distruzione delle cellule cancerogene, un tema che mantiene questa università 50 anni indietro.
9)Al punto 14 un inno sperticato agli integratori e alla vitamina-E sintetica, e alla distruzione delle cellule cancerogene.
10)Dire alla fine che il cancro è una malattia del corpo, della mente e dello spirito, è troppo banale e lo diciamo tutti. Solo che qui alla Hopkins sono profondamente malati proprio nella mente e non se ne rendono ancora conto. Un male profondo assai simile al cancro, localizzato nel cervello ma anche nello spirito. Difendono la flotta baleniera giapponese e la catena KFC (Kentucky Fried Chicken), quando miei amici pollicoltori-pentiti italiani, hanno visitato gli impianti americani rimanendo letteralmente disgustati. Quelli della Hopkins hanno sbagliato gravemente per decenni, esaltando la chemio e mandando in cimitero anticipato tra mille sofferenze milioni di persone, ma hanno imparato poco e niente dagli errori commessi.

*****

(COMMENTO FINALE VV)

ARTICOLI FONDAMENTALI SUI TUMORI E SUL CANCRO (SCARICABILI GRATUITAMENTE DAL BLOG www.valdovaccaro.blogspot.com

Una battuta finale la voglio fare. Ho scritto sul cancro almeno 30 tesine e ne cito solo alcune fondamentali, con le prime tre in particolare evidenza:

- Zona tumore e zona cancro del 28/1/09
- Lipotoxemia ed emoviscosità, ovvero cancro, del 19/1/10
- Tumore, barriera e strumento del sistema immunitario, del 22/9/11
- Medicine anticancro e strazi terminali, del 6/3/11
- Civiltà cannibalistica e procuratori di cancro, del 18/2/11
- Cellule cancerogene e giochi per bambini immaturi, del 21/12/10
- Il calvario femminile del nodulo al seno, dell’1/11/11
- Malattia di Paget, seno e capezzolo, paura e bisturi, del 5/4/11
- Risultati eccezionali con brevi digiuni alternati a cicli fruttariani, del 19/6/10
- Non cadiamo nella scemenza dei gruppi sanguigni, del 18/12/11
- La dirompente verità sul cancro, del 30/8/09
- Asportazione preventiva e raccapricciante del seno, del 26/2/11
- Campare sul cancro e sulla chemio, del 16/11/11
- David Servan-Schreiber, il guru degli Omega-3, dell11/8/11
- Endometriosi, ai margini della sala operatoria, dell’11/7/10
- I marines dell’intervento oncologico, del 23/7/10
- Ingrossamento linfonodi e tumore al testicolo, del 23/7/10
- La formidabile controprova dei Pimas, del 2/5/09
- Codex Veganus, del 27/9/10
- Cura radical-igienistica della patologia o medical-soppressione del sintomo, del 16/1/11
- Le 22 ragioni vegane e il pentimento di Montagnier, del 9/1/11
- Igienismo formula vincente su tutti i fronti, del 21/4/11

COMPITO IN CLASSE CON UN DOGMA ASSOLUTO DA RISPETTARE

I 15 punti della Hopkins sono davvero straordinari e sembrano scritti in un compito in classe di scuola media inferiore, dove il professore abbia inteso carpire nuove idee e nuovi suggerimenti per riparare un oggetto guasto e non più funzionante, con la raccomandazione agli studenti di non intaccare una cosa soltanto, di non intaccare un prezioso dogma soltanto, ovvero il principio della “esistenza dei mostri”.

SENZA L’INGREDIENTE DELLA PAURA, NON VAI LONTANO

Perché è solo coi mostri e con la paura che si riesce ad abbindolare la gente, a stenderla su un lettino a tua disposizione, e poi a presentare richieste di miliardi su miliardi al premier, al ministero delle finanze, ai sindacati di categoria, alle assicurazioni. E’ solo con la paura che mandi avanti il grosso imbroglio e il regime rockefelleriano della Farben, della Bayer, della Pfizer, della GlaxoSmithKline, della Standard Oil, del CDC, della FDA e della OMS.

SERVONO TRUCCHI, STRATAGEMMI, CORTISONI, STATISTICHE MANIPOLATE, ANALISI ANSIOGENE E GUARIGIONI MILLANTATE

E’ solo con la paura del contagio, del mostro virale che ti attacca, del batterio che ti scarnifica, del ceppo influenzale spagnolo o asiatico che ti contagia, della cellula cancerogena e mutogena che si estende come una piovra e che va estirpata, che ce la puoi fare. E’ solo con questi stratagemmi, provati e riprovati, che riesci a vaccinare, a chemicalizzare, a tagliare e ricucire, a imbottire di cortisone, di eparina, di viagra, di B12 e di immunosoppressori, a spillare soldi e fiducia eterna ed indiscriminata agli allocchi e agli illusi di ogni continente.

UN CHIRURGO ANGURIALE DI NOME VALDO CONTRO GLI ILLUMINATI BARONI DELLA JOHNS HOPKINS

Ora è estremamente antipatico parlare bene di se stessi. Credo al detto “Chi si loda si imbroda, e se s’è qualcosa che odio per istinto sono proprio le brodaglie. Chiedo pertanto al pubblico di raffrontare le mie tre tesine e quanto riportato in questo eccezionale documento sul dr Rick Cantrell e sulla Johns Hopkins University, per capire chi dei due, se uno scalcinato filosofo non-medico di Udine da una parte (col chiaro supporto di una millenaria scienza igienistica alle spalle), o la culla ufficiale della scienza medica mondiale dall’altra, è indietro di 50 anni almeno in tutti i sensi nelle proprie posizioni.

DOVE STA LA VERA CIARLATANERIA MONDIALE?

Chiedo dove stia la vera ciarlataneria, se nella medicina, nell’Ordine Medico e nei Ministeri della Salute (da ridenominarsi in Ministeri dell’INFERMITA’ PROCURATA Fisica e Mentale), o se nel buon senso delle libera cultura ingabbiata e ridicolizzata da decenni, in modo tanto insopportabile quanto indecente, dalla insanguinata, corrotta e puzzolente materia medica?

UNA MEDICINA MONDIALE CHE STA BALBETTANDO COSE DEMENZIALI E DISARTICOLATE

O, meglio ancora, chiedo al pubblico, medico e non medico, chi dei due esprima qualcosa di coerente e di trasparente, e chi invece stia balbettando cose contradditorie, demenziali e disarticolate, indegne di un consesso civile che creda semplicemente a quel principio di causa ed effetto citato dallo stesso Cantrell, che ha tutta la mi solidarietà e comprensione.
Spero che qualcuno riesca a far pervenire al dr Cantrell queste mie osservazioni, sia per ringraziarlo di questo suo straordinario contributo, sia per dargli una mano a non abbandonarci ancora.

Valdo Vaccaro